Fip Marche: Bramante-Fossombrone dev’essere ripetuta

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Pesaro, 17 Novembre 2014 – GRAZIE ad un sussulto di buon senso la Fip Marche ha evitato un altro clamoroso errore in terra pesarese, dopo aver incassato la scissione di un intero campionato. La partita Bramante PesaroFossombrone (serie C regionale) che la terna arbitrale non avevano consentito di disputare per l’arrivo in ritardo del medico (presenza obbligatoria): «Medico che è giunto solo pochi secondi dopo la sirena d’inizio», secondo gli stessi dirigenti del Fossombrone. Il tutto tra lo sconcerto delle due squadre, che volevano giocare il match. Dopo il ricorso presentato dal Bramante, ieri, la decisione del giudice sportivo della Fip Marche ha decretato la ripetizione dell’incontro, dopo aver «sentito in merito l’osservatore Simone Schiavoni presente alla gara». Motivando così la decisione: «Tale decisione è motivata dal fatto che il medico è entrato all’interno del campo da gioco tra due e cinque secondo dopo il suono della sirena con in mano il tesserino di riconoscimento. Pertanto si ritiene che applicando i principi generali di buon senso ed elasticità nell’interpretazione delle norme regolamentari si possa far ripetere la partita con l’aggravio di ogni spesa a carico della società ospitante». Aggiungendovi, magari, un corso di buon senso per alcuni soggetti.



 

Precedente FABRIANO Vandali in azione in centro. Specchietti delle auto distrutti Successivo Grave incidente ​a Capodarco Un ferito soccorso con l'eliambulanza