Fossombrone, telefonata lancia un allarme bomba alle Poste

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fossombrone (Pesaro e Urbino), 11 gennaio 2016 - Allarme bomba a Fossombrone. Panico alle Poste. Erano circa le 8.45 di questa mattina quando una donna ha chiamato il 112. “Se volete salvare l’Ufficio postale di Fossombrone fate qualcosa entro mezzogiorno” ha detto al carabiniere che le ha risposto al telefono. Poi ha chiuso. Immediate sono scattate le verifiche.

Il comandante della stazione carabinieri di Fossombrone si è subito recato all’ufficio postale di via Don Minzoni, dove gli uffici sono stati evacuati e chiusi con una scusa: “Scusate, abbiamo un guasto tecnico ai computer… oggi restiamo chiusi” ha detto il direttore ai pochi clienti che erano già arrivati, prima di affiggere il cartello sulla porta.

Poco dopo è arrivata l’unità cinofila per verificare se c’era dell’esplosivo all’interno dell’ufficio postale. Nulla. Un falso allarme. Uno scherzo di cattivo gusto.

La telefonata è partita da una cabina telefonica di Acqualagna, quella di fronte all’Ufficio postale. La donna non è stata ancora individuata, dal momento che non ci sono telecamere nella zona. Rischia una denuncia per procurato allarme.  

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Protesta comitati difesa ospedali Successivo Ancona: uccise i genitori della fidanzata, beve candeggina in carcere