Furlan attacca: “Da Whirlpool comportamento vergognoso”

Furlan

IL BORGHIGIANO FABRIANO – FONTE IL CORRIERE ADRIATICO – ANCONA – Il segretario generale della Cisl Annamaria Furlan attacca la Whirlpool.
“L’azienda deve assolutamente tornare indietro. Il suo comportamento è a dir poco vergognoso”. Così Annamaria Furlan parlando della vicenda Whirlpool-Indesit. “I tagli al lavoro sono cose serie, non si viene nel nostro Paese per fare man bassa e poi decidere di licenziare”, ha aggiunto.

Secondo Furlan “c’era un accordo, che non prevedeva esuberi e parliamo anche di un’azienda che ha avuto davvero tanti contributi dallo Stato per innovazione e ricerca. Noi chiediamo la coerenza rispetto a quell’accordo e spero davvero che anche attraverso l’intervento del tavolo nazionale e l’incontro con il governo questa cosa si sblocchi”. E al Governo il segretario della Cisl chiede anche “di farsi garante di una ripresa delle trattative che sia sulla sicurezza dei posti di lavoro”. Sono “immaginabili” tante soluzioni, per Furlan che risponde a una domanda sulla possibilità di applicare il modello Fiat anche alla Whirlpool. “L’unica non immaginabile è che alla fine diminuiscano i posti di lavoro e aumentino i disoccupati – ha concluso – Questo non se lo deve permettere nessuno”

Precedente Fabriano - Gli Arcieri Storici di Fabriano si fanno sempre valere Successivo Viaggio in Bosnia, delegazione fanese nei luoghi della guerra