Furti, rapine e prostituzione: due arresti dei carabinieri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Porto Recanati, 28 ottobre 2014 – Due arresti e una denuncia nell’ambito di una serie di controlli svolti ieri dai carabinieri a Porto Recanati per contrastare reati contro il patrimonio e lo sfruttamento della prostituzione. Dalle 13 alle 21, sei pattuglie dei carabinieri del Comando Stazione di Porto Recanati e degli altri reparti della Compagnia di Civitanova, hanno proceduto ad un servizio straordinario di controllo del territorio.

A finire in manette C.P., 71enne, abitante in provincia di Fermo: era colpito da un ordine di carcerazione della Corte di Appello di Ancona, dovendo scontare oltre tre anni di reclusione per sfruttamento della prostituzione e furto aggravato commessi negli anni ’90 in questa provincia ed in quella di Teramo. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Camerino.

Arrestato anche R.O., 34enne di origine brasiliana, che per diversi anni ha peregrinato nel territorio nazionale senza una fissa dimora. Il controllo minuzioso cui è stato sottoposto ha evidenziato a suo carico un ordine di carcerazione dell’autorità giudiziaria milanese, dovendo scontare oltre tre anni di reclusione per una rapina grave commessa nel 2012, a Milano. Anch’egli è stato condotto presso il carcere di Camerino. Inoltre è stato deferito in stato di libertà M.L., 28enne anconetano, in quanto perquisito veniva trovato in possesso di un coltello di genere proibito.



Precedente Schianto sulla Statale, auto si ribalta Successivo Rapinate le squillo di Jesi e Fabriano