Furto con spaccata al supermercato

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Sant’Elpidio a Mare (Fermo), 31 agosto 2014 – La tecnica utilizzata dai quattro malviventi che hanno agito ieri mattina intorno alle 5 in via Italo Calvino, a Casette d’Ete, è già nota:con l’auto, una Yaris, a retromarcia e a grande velocità per andare a schiantarsi contro l’ingresso del supermercato ‘Emi Market’; le ante che vengono violentemente scardinate, i vetri antisfondamento distrutti e il varco aperto per entrare nel negozio.

Due dei quattro malviventi, incappucciati, si sono precipitati all’interno del supermercato, consapevoli di avere poco tempo per agire visto che era anche scattato l’allarme che ha allertato i soci dell’attività. I ladri hanno rovistato nei cassetti delle due casse, trovandoli vuoti; hanno strappato una parte del computer, indispensabile per far funzionare il registratore di cassa, dopodiché, non trovando nient’altro da rubare, si sono concentrati sui tagliandi dei gratta e vinci appesi vicino alla postazione della cassiera, portandone via una quantità del valore di circa 300 euro. A quel punto, sono usciti precipitosamente dal varco che si erano aperti tra le ante e, saliti sull’auto, si sono dati alla fuga, proprio mentre alcuni residenti degli appartamenti dei piani superiori si affacciavano o scendevano in strada per bloccarli.

Un’azione frenetica ripresa dalle telecamere a circuito chiuso del supermercato, che mostrano le mosse dei malviventi, arrivati incappucciati perché sapevano della presenza della telecamera sia all’esterno del negozio (dove è visibile) sia all’interno. «Non abbiamo fatto in tempo a fermarli, ma abbiamo visto che erano in quattro, a bordo di una Yaris, quasi sicuramente rubata», raccontavano ieri mattina alcuni dei residenti che sono stati svegliati dal boato provocato dall’impatto dell’auto contro l’ingresso del negozio. Il supermercato, ieri, era regolarmente aperto e i clienti, notando il vetro incrinato di una delle ante scardinate, chiedevano e commentavano l’accaduto. Ammontano a diverse migliaia di euro i danni subiti durante il furto. Già nella mattinata, era stato ritrovato, lungo la zona Brancadoro, il computer del registratore di cassa (ormai non più funzionante) e le forze dell’ordine avevano rintracciato l’auto utilizzata per il colpo, a Civitanova Marche. Sono in corso le indagini per individuare i ladri.



Precedente Italiano morto in incidente in Bolivia Successivo L'incognita della Provincia