Furto del mobility, il disabile: "È come se vi avessero rubato le gambe"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 8 maggio 2015 – “È come se vi avessero rubato le gambe” . Cosi Roberto Lacoppola, 28 anni, disabile, commenta tra rabbia e sdegno il furto del suo mobility.

Il furto è stato scoperto giovedi mattina dal cognato, intorno alle 12, al rientro dal lavoro. Il mezzo era parcheggiato nella rampa del garange dell’abitazione di via Menotti a Vallato dove Roberto vive con la famiglia della sorella.

Il ragazzo, originario di Bari si è trasferito a Fano da cinque mesi. Sdegno per l’incivilta dell atto ha espresso anche il sindaco Massimo Seri che rivolge un appello a chi possa avere visto qualche movimento sospetto di riferirlo alle forze dell’ ordine.

An.Mar.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Choc, stroncato da una malattia a 19 anni Successivo Camerano, colpi d'arma da fuoco contro il portone del Comune: è giallo