Gatti avvelenati: il sospetto dei bocconi trappola

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova, 10 giugno 2015 – Un gatto morto avvelenato e uno, che rischiava la stessa fine, scampato in extremis all’atroce destino. È successo l’altroieri nella zona di via Indipendenza. Nel primo caso, segnalato a mezzogiorno in un giardino di via Volturno, il tempestivo intervento dell’operatore tecnico del servizio veterinario della Usl è valso a salvare il micio, portato subito nello studio recanatese di un professionista convenzionato con l’azienda sanitaria e sottoposto alle terapie del caso. Ora sta benino.

L’altro episodio è venuto a galla verso le 20 a una cinquantina di metri di distanza in linea d’aria, nel cortile di un’abitazione. Il secondo felino manifestava gli stessi sintomi dell’altro: bava alla bocca, tremore e poi rigore delle carni, gonfiore, fauci spalancate per le difficoltà respiratorie. È verosimile che il veleno avesse colpito i centri nervosi, paralizzandoli. Purtroppo non è stato possibile mantenerlo in vita: il cuore ha cessato di battere durante il viaggio fino a Recanati. La carcassa è stata trasferita ieri mattina all’Istituto zooprofilattico di Tolentino (ha competenza per le Marche e per l’Umbria) in vista dell’autopsia che, si spera, darà indicazioni importanti sulle cause dell’avvelenamento. Gli abitanti della zona sono invitati a vigilare e a informare i veterinari della Usl in caso di bocconi sospetti. E a segnalare qualsiasi movimento sospetto.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente WHIRLPOOL,TERZONI (M5S): “LA PRESA IN GIRO CONTINUA E IL GOVERNO BRANCOLA NEL BUIO” Successivo Le ‘Blonde Sisters' scalano le hit dance di mezzo mondo: "Non lo avremmo mai immaginato"