Genga: scarica la moglie, poi tampona. Riparte ma poco dopo si schianta e muore

ambulanza

Il Borghigiano Fabriano il blog delle Marche- GENGA – Muore sulla superstrada SS76 dopo due incidenti nel giro di trenta chilometri.
E’ successo nel primo pomeriggio lungo la 76, dove ha perso la vita un uomo (e non una donna, com’era sembrato in un primo momento) che si è schiantato sotto la galleria di Genga mentre era al volante di un furgone.

La vittima dell’incidente, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, aveva avuto già un incidente intorno alle 13.30 sempre sulla 76, all’altezza di Monte Roberto. Guidava un mini suv di marca Renault, quando ha tamponato una Fiat 500, il cui conducente è rimasto ferito. Per prestare soccorso si è fermato un cinquantenne al volante di un grosso furgone bianco, ma l’uomo della Renault (che poco prima aveva scaricato la moglie su una piazzola dopo un violento litigio) avrebbe reagito in maniera inattesa, colpendo il soccorritore con un pugno e scappando al volante del suo furgone in direzione Fabriano.

Dopo circa trenta chilometri di fuga, il furgone si è schiantato in galleria e il conducente è morto sul colpo. L’Anas comunica che, a causa dell’incidente, la strada statale 76 “della Val d’Esino” è provvisoriamente chiusa in entrambe le direzioni nel comune di Genga (km 29) in provincia di Ancona. Il traffico è deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni sul posto.

Notizia riferita dal Corriere Adriatico 

Precedente Allevi: «I miei sogni partono da Ascoli» Successivo Punti nascita, S. Severino ricorre a Tar