“Gentile con noi” e a Fabriano vanno in scena i laboratori teatrali

tmp_30085-20150116_teatro-454524705

FABRIANO – Il teatro come “casa” di tutti i fabrianesi: questo il senso del progetto ideato dall’Amat e dal Comune di Fabriano “Gentile con noi”. Quattro progetti di formazione del pubblico perché Fabriano possa sempre più riconoscersi nel Teatro Gentile e fare del proprio tempio della prosa e della musica un punto di riferimento per comprendere come possa essere centrale nelle vite dei giovani e meno giovani. Un percorso lungo cinque mesi che porterà “Gentile con noi” a raccontare le storie dei fabrianesi attraverso quattro workshop e laboratori gratuiti organizzati dall’Amat. Quattro percorsi non convenzionali capaci di miscelare fotografia, video, danza, teatro e integrazione da un punto di vista diverso dal consueto. Si partirà lunedì (dalle 17 alle 19 per tutti i lunedì fino all’11 maggio all’interno della biblioteca multimediale “Sassi”) col primo workshop: “Installazione Videoritratti” curato da Fabrizio Carotti e Alessio Ballerini. Un progetto che permetterà ai partecipanti di apprendere come realizzare una installazione multimediale capace di raccontare storie dopo aver apprese la tecnica di fotografia e video-montaggio. Dedicato agli over 60 e ispirato dal Re Lear di Shakespeare, il workshop di Andrea Caimmi “Dal niente nasce niente”: un percorso (che partirà lunedì e che si svilupperà a cadenza settimanale dalle 17 alle 19 presso il ridotto del Teatro Gentile) basato sull’introspezione dei partecipanti, che attraverso l’approccio teatrale cercherà di far trasmettere ai partecipanti il senso e il significato dell’eredità. Del tutto diverso il workshop curato da Helen Cerina che partirà da martedì e che si svilupperà fino al 12 maggio ogni martedì dalle 15 alle 17 presso il ridotto del Teatro Gentile: una “Lista dei Desideri” per ragazzi tra i 14 e i 20 anni, che verranno espressi attraverso l’esperienza della coreografa Cerina attraverso i linguaggi del movimento, della performance e della coreografia sociale. Prevista anche una residenza per “Gentile con noi” dal titolo “Part…” che dal 17 al 21 aprile e dal 12 al 17 maggio vedrà impegnata a Fabriano la compagnia 7-8 chili. Un periodo per raccogliere interviste e lavorare con i ragazzi stranieri che verranno poi rielaborate per sviluppare un “reportage collettivo” senza dimenticare gli abitanti di Fabriano. Al termine di questi quattro percorsi il 17 maggio si svolgerà all’interno del teatro fabrianese un festival per mostrare il risultato di tutti i laboratori che partiranno lunedì.

Fonte Il Corriere Adriatico 

Precedente Giovane, bella e ladra aggancia gli anziani e li deruba Successivo Portonovo in lutto, morto il bagnino Paolo Zazzarini