Geppetto salpa alla volta del Paese dei Balocchi

Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Fano (Pesaro e Urbino), 19 agosto 2014 – Ha preso il largo a bordo di una barca a vela ieri pomeriggio dall’anfiteatro Rastatt di Sassonia “babbo” Geppetto, colui che ha dato vita a Pinocchio nella conosciutissima fiaba. Ieri infatti in occasione della festa della Tratta, rievocazione storica della tradizionale pesca fatta con una speciale rete, il personaggio riproposto dall’associazione Paese dei Balocchi ha partecipato alla celebrazione ed è partito insieme ai pescatori, ripreso dalle telecamere di Rai 3.

Geppetto, impersonato dall’attore (per diletto) fanese Filippo Tranquilli (già graduato della Guardia di Finanza, ora in pensione), tornerà giovedì 21 agosto per dare il via all’XI edizione del Paese dei Balocchi, che si occuperà anche quest’anno di educazione e sensibilizzazione. Ci saranno tutti in piazza Bambini del Mondo a Bellocchi per il taglio del nastro della manifestazione: autorità cittadine, rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, della polizia di Stato e della polizia postale, a testimonianza dell’importanza e dell’attualità del tema trattato.

Nella giornata di apertura della manifestazione, alle 21, infatti andrà in scena per la prima rappresentazione ufficiale “Like, storie di vita on line”, il monologo del giornalista Luca Pagliari che racconta la storia di Andrea Spezzacatena, noto a tutti come “il ragazzo dai pantaloni rosa”. “Tra gli intenti dello spettacolo c’è quello di far capire l’importanza della parola – spiega Pagliari – che può essere usata per incoraggiare, consolare, rallegrare, elogiare, ma può anche avere effetti assolutamente negativi.

Altro obiettivo è quello di cercare di attenuare il divario generazionale che esiste tra figli e genitori, andando a colmare quel vuoto e quella solitudine dei giovani. Siamo circondati di persone, bombardati da centinaia di messaggi e raggiungibili attraverso svariati mezzi, ma siamo sempre più soli”. E’ quindi anche attraverso il gioco, il dialogo, il confronto che si favorisce un interscambio tra generazioni e si contribuisce a creare una cultura del rispetto capace di migliorare il mondo.

E così il Paese dei Balocchi, partendo da una bella fiaba, riesce in modo giocoso e divertente a trasmettere valori e messaggi positivi. Quest’anno il programma dell’XI edizione è molto ricco e prevede 4 giorni intensi di spettacoli, laboratori, musica, divertimenti. La festa prenderà il via alle 18 con l’associazione Cerchio Aperto che racconterà i suoi 10 anni di attività nel quartiere, per proseguire con la Filosofiacoibambini, un approccio educativo originale ideato da Carlo Maria Cirino, dottorando all’Università di Urbino, allo scopo di sviluppare nei più piccoli forme autentiche di conoscenza e pensiero.

Alle 19.30 il duo Marcondirondero, composto da Davide Grilli ed Enzo Vecchiarelli, propone un alternarsi di divertenti filastrocche di Gianni Rodari, mentre alle 20 sarà la volta dell’atteso Matthias Martelli, alias “il Mercante di Monologhi”, cioè un istrionico mercante che interpreta personaggi talmente (sur)reali da sembrare comicamente veri. Alle 21 sul palco centrale lo spettacolo di Luca Pagliari e al termine il taglio del nastro da parte del sindaco Teresa Manes per l’inaugurazione ufficiale dell’XI edizione della manifestazione. La serata prosegue con lo spettacolo “Il mago di Oz” dell’associazione Oltre Il Sipario e alle 22.30 la commedia della compagnia dialettale GAF “Na valigia de…”. Una giornata indimenticabile per i bambini ed imperdibile per gli adulti!



Precedente Le intimano l’alt, ragazza ubriaca fradicia rischia di investire gli agenti Successivo Un boato spaventa Ascoli: due aerei militari si scontrano in volo