Ginnastica Fabriano, podio prestigioso al Campionato Italiano

1960004_603830043079845_5677135711721474347_n

Podio prestigioso al Campionato Italiano di Serie A1
Era nell’ aria un terzo posto dopo tre giornate del massimo campionato, ma tutt’altro che scontato mantenerselo fino alla giornata finale di Arezzo.
Al Pala D’Agata della città di Petrarca, ultima passarella della dieci migliori società italiane che si giocano lo scudetto tricolore.
La Fondazione Carifac Ginnastica Fabriano si presenta terza, immediatamente dietro Desio e Chieti, che oltre che avere anche loro ottime ginnaste nazionali erano rinforzate da primarie ginnaste straniere che hanno garantito loro punti importanti nella classifica finale. Fabriano, unica società del Campionato a non avere l’ apporto di straniere, si è giocata tutte le sue carte con le splendide atlete fabrianesi che per la prima volta dopo oltre 10 anni non avrebbero avuto in squadra la pluricampionessa di ritmica di tutti i tempi, che risponde al nome di Julieta Cantaluppi. Compito arduo con un programma pre-campionato di stazionare al centro classifica, ma già dalla prima giornata di Prato arriva un insperabile secondo posto che aumentava l’ autostima delle ginnaste, con il quarto posto a Desio ed il terzo sia a Biella che ad Arezzo.
Agli ordine della coppia di allenatrici Ghiurova-Cantaluppi, sono salite sul podio con il terzo posto di Arezzo Milena Baldassarri, ottima al Corpo Libero, Daniela Mogurean, Letizia Cicconcelli, Martina Centofanti, Cecilia Meriggiola e la riserva Lavina Muccini che si sono alternate nei vari attrezzi come da regolamento federale.
Le gare ufficiali riprenderanno a fine gennaio 2015, ma la preparazione non si interromperà per arrivare agli appuntamenti nella migliore forma possibile.
Terminiamo con una eccellente notizia che arriva direttamente dalla Federazione Ginnastica d’ Italia: Fabriano sarà dal 2015 una Accademia Nazionale della Ritmica, grande riconoscimento della validità della scuola fabrianese guidata da anni da Kristina Ghiurova ed ora anche da Julieta Cantaluppi

Daniele Gattucci

Precedente Malore fatale in pieno centro Donna muore davanti a un'amica Successivo Addio all'imbarcazione ​dei carabinieri Un dragamine l'allontana dal porto