Ginnastica ritmica, tutto pronto per la Coppa del Mondo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 31 marzo 2016 – Parte domani alle 9 all’Adriatic Arena di Pesaro l’ottava edizione della World Cup di ginnastica ritmica. La manifestazione che vede iscritte 46 nazioni, s’inaugura con l’8° torneo internazionale riservato alla categoria juniores.

Le gare individuali della tappa del mondo sono in programma il pomeriggio dalle 15.45. La cerimonia di apertura con tutte le squadre partecipanti è fissata sabato alle 18,30. Presidente del Comitato organizzatore locale è Paola Porfiri che è anche fondatrice dell’Aurora Fano, società pluriscudettata.

Quali sono le Nazioni favorite?

«L’Italia in primis, poi a seguire Russia, Spagna e Israele in netta crescita sul panorama internazionale. Ma guai fidarsi di Ucraina e Azerbajan sempre sulla cresta dell’onda».

Le azzurre che probabilità hanno?

«Come squadra l’Italia ha già strappato il pass per Rio, perchè è vice campione del Mondo e quindi va alle Olimpiadi di diritto, mentre è ancora in corsa nella prova individuale con Veronica Bertolini. Veronica sarà a Pesaro».

Che Italia vedremo all’Adriatica Arena?

«Molto giovane, ma agguerrita. Ci sono elementi nuovi rispetto alla passata edizione».

Qualche anticipazione?

«Le farfalle azzurre si esibiranno con un nuovo esercizio ai cinque nastri. E’ bellissimo».

Lei è anche fondatrice dell’Aurora Fano. Ci sarà qualche atleta fanese alla Coppa?

«Sì, Sofia Bevilacqua, ma partecipa al torneo internazionale juniores non alla Coppa».

Altre marchigiane?

«Sì, da Fabriano Milena Baldassarri, anche lei partecipa al torneo. Alla tappa di coppa del mondo invece è iscritta Letizia Cicconcelli, ma fuori gara. Essendo l’Italia che organizza possiamo portare 4 atlete fuori gara. Mentre tra le farfalle azzurre c’è in gara Martina Centofanti, figlia dell’ex calciatore».

Nel 2017 siete stati scelti dalla federazione internazionale per organizzare i Campionati mondiali, siete pronti?

«Sì, certo, l’abbiamo voluto noi. Siamo pronti e orgogliosi. E’ la prima volta che la ginnastica ritmica realizza i Mondiali in Italia. Sarà un duro lavoro. Questa tappa sarà un antipasto e per assurdo i campionati mondiali sono più facili da organizzare perchè sono smaltiti in più giorni». 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Giannini, più finanziamenti alla ricerca Successivo Ascoli, getta un arsenale nel Danubio Finisce sotto processo e viene assolto