Giovane capriolo investito e ucciso

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 11 agosto 2015 – Un giovane capriolo ha perso la vita domenica notte investito da un’auto mentre attraversava la strada nella Panoramica Ardizio, circa 100 metri prima del cartello di Pesaro.

A rimuoverlo nella mattinata di lunedì, gli operatori del Cras, allertati nella notte dai vigili urbani e dalla Forestale. L’animale giaceva esanime al margine della strada, abbandonato dall’investitore senza chiamare i soccorsi. Si trattava di un esemplare giovane di circa 26 chili e di appena due anni. Secondo il racconto degli operatori del Cras, si era spostato fino alla costa probabilmente a causa del caldo, alla ricerca di acqua, o forse, essendo questa la stagione degli amori, spinto dall’istinto di trovare una compagna. Ma la ricerca è stata per lui fatale.

Ancora una volta gli operatori del Cras si sono dimostrati importanti nella gestione dei selvatici. Tra l‘altro, dopo la recente mobilitazione animalista, sembra che la struttura non chiuderà i battenti, anzi, se tutto andrà come deve, diventerà l’unico riferimento per il recupero degli animali selvatici in tutte le Marche.

La notizia è emersa nel corso di un affollatissimo incontro organizzato i giorni scorsi dal presidente della Provincia Daniele Tagliolini a cui hanno partecipato addirittura quattro consiglieri regionali (Andrea Biancani, Gino Traversini, Federico Talè e Boris Rapa) circondati da tanti rappresentanti delle associazioni ambientaliste (dalla Lipu all’Anpana, da Lupus in Fabula all’Oipa, ma anche Wwf, Legambiente, Enpa, Melampo, Coop art.32 e tante altre). Unico il coro che si è levato in sala: «Salvare il Cras e gli operatori che fanno un lavoro insostituibile». Contro la sua chiusura le associazioni hanno consegnato a Tagliolini un fascicolo con oltre 2000 firme raccolte tra i cittadini. Firme che verranno inviate anche alla Regione Marche.

fra. pe.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

I commenti sono chiusi.