Giovani non si fermano all’alt, scatta l’inseguimento

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova, 10 agosto 2015 – Non si fermano all’alt e scatta l’inseguimento. E’ successo l’altra mattina all’alba sulle strade di Civitanova: durante i controlli della Polstrada di Porto Recanati, due giovani a bordo di un’Alfa 147, alla vista della paletta non si fermano e si danno alla fuga. Immediato l’intervento degli agenti che si mettono al seguito dell’auto in direzione Porto Sant’Elpidio. L’auto viaggia a una folle velocità effettuando numerosi sorpassi, non curandosi dei veicoli che percorrono la corsia opposta e mettendo in serio pericolo la circolazione.

Una vera e propria gimkana tra auto e pedoni tra la statale 16, le vie cittadine e il lungomare. Dietro la Stradale con le sirene accese. I fuggiaschi riescono a far perdere le loro tracce a Porto Sant’Elpidio sud allorché i poliziotti, dopo aver annotato la targa, optano per la garanzia della sicurezza stradale. Sabato mattina rintracciano il proprietario: si tratta di un giovane ascolano che dichiara di essere estraneo alla vicenda, poiché in quell’orario si trovava a lavoro, e che sostiene di aver prestato la propria auto a degli amici per andare in discoteca a Civitanova.

Una volta identificato, il conducente è stato sanzionato per svariate centinaia di euro e gli è stata ritirata la patente con azzeramento del punteggio: 29 punti tolti ed esame da rifare. E’ inoltre al vaglio la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Borseggiatore inseguito in bicicletta e fermato Successivo Minorenni a tutto alcol: multati i genitori