Giudice ucciso a Milano, i parenti pesaresi: "Siamo sotto choc, andiamo lì"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 9 aprile 2015 - ”Stiamo andando a Milano, per raggiungere i nostri famigliari”. Così Antonio Calma, cognato di Fernando Ciampi, il giudice fallimentare del tribunale di Milano ucciso questa mattina (foto) insieme ad altre due persone dall’immobiliarista Claudio Giardello all’interno del palazzo di giustizia. Calma è dirigente amministrativo del tribunale di Rimini ed è stato per tanti anni apprezzato giudice di pace a Pesaro, dove sua moglie, Attilia Ciampi, sorella del magistrato ucciso, lavora in una farmacia cittadina.

La coppia vive da diversi anni nella cittadina marchigiana. La notizia dell’uccisione del loro congiunto l’hanno appresa in modo diverso. “Questa mattina ero al lavoro – ha spiegato Calma – e ho letto l’informativa attraverso un circuito interno del tribunale: vedere il nome di mio cognato è stato uno choc“. La moglie, invece, è stata avvisata telefonicamente da un parente avvocato di Milano. 

Fonte Agi



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Paolo Merloni, Ariston Thermo cresce Successivo Sicurezza tribunale, 13 denunciati in 5 anni per porto abusivo di armi