Gli animalisti liberano l’ippopotamo: dopo poche ore è ucciso da un’auto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 29 dicembre 2014 – Aisha è morta sul colpo. È stata investita da una Polo sulla strada provinciale 361, a Villa Potenza, frazione di Macerata. Aisha aveva 9 anni, pesava 15 quintali ed era un ippopotamo del circo Orfei. Sabato sera – secondo una prima ricostruzione – si trovava fuori dal recinto dopo il blitz di un gruppo animalista che ha liberato anche cavalli, lama, struzzi e zebre. Animali subito recuperati dai circensi, mentre all’ippopotamo è toccata la tragica fine.

«Erano circa le 22.30 – racconta Daviso Montemagno, responsabile del circo Orfei – e noi eravamo in pausa, tra un tempo dello spettacolo e l’altro. Pioveva. Gli animali erano dentro le gabbie e noi in tenda. Sentendo dei rumori, ci siamo affacciati e li abbiamo trovati fuori. Ci siamo subito mossi per recuperarli. Pensavamo di averli portati in salvo tutti quando abbiamo sentito un forte boato. Non dimenticherò mai l’ultima immagine di Aisha, su quell’asfalto, che le aveva sempre fatto paura. Oggi per noi è un giorno di lutto, è come se ci fosse morto un parente, non abbiamo chiuso occhio, stiamo male. L’abbiamo vista nascere, quando sembrava un maialino rosa».

Montemagno lancia quindi un appello a chi credeva di dare all’ippopotamo la libertà e dice: «Pensate alle conseguenze dei vostri gesti, così si scende nel criminale. Non bastano l’inciviltà delle scritte ingiuriose sui carri e gli attacchi subiti negli ultimi tre anni. È stata messa in pericolo anche la vita di due ragazzi, coinvolti nell’incidente. Poteva finire ancora peggio».

IL 25ENNE alla guida della Volkswagen Polo ha lo sterno fratturato e venti giorni di prognosi. Il passeggero, suo amico e coetaneo, sta bene. Ma tanta è stata la paura per i due studenti di Economia, residenti a Sambucheto. «Nessun problema d’alcol né di sonno – spiega il passeggero –, la strada è buia e solo nella frazione di secondo prima dell’impatto, abbiamo visto l’animale. Ricordo che era rivolto verso il circo, sembrava che stesse tornando a casa».

«Non potevo crederci – aggiunge il giovane conducente – non ho avuto il tempo di frenare». Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Macerata, la Polizia stradale, il servizio veterinario dell’Asur e il Corpo Forestale, che ieri ha fatto irruzione nel circo per verificare le condizioni della struttura e degli altri animali. Avendo trovato tutto sotto controllo, lo spettacolo del pomeriggio non è stato annullato. Indaga la polizia che avalla l’ipotesi del blitz animalista.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Maltempo nelle Marche. Imbiancate Arcevia e il Fabrianese Successivo Fabriano - Il turismo, risorsa per l'economia, 2014 cifre da record