Gp d’Italia, prima sessione di libere: Dovizioso in testa, Rossi insegue

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Scarperia (Firenze), 29 maggio 2015 – Andrea Dovizioso guida la prima sessione di libere del Gran Premio d’Italia, sesto appuntamento stagionale della MotoGp in programma sul circuito del Mugello. Il centauro della Ducati gira in 1’47”893, beffando per appena 33 millesimi Jorge Lorenzo su Yamaha e per 47 millesimi il compagno di squadra Andrea Iannone. Quarto tempo per Marc Marquez con la Honda, staccato di 0”135 mentre è solo sesto Valentino Rossi, a oltre quattro decimi da Iannone. Ancora peggio fa Dani Pedrosa, solo 11esimo a quasi sei decimi e mezzo.

Come spesso accade al venerdì, Valentino Rossi è indietro. Sette decimi più lento di Dovizioso, il pesarese è solo nono, con i soliti problemi di aver una moto che non gli si chiuda sul davanti e non gli scivoli sul dietro. Il “Dottore” ha lamentato dei problemi in frenata che non gli permettono di essere veloce come gli avversari nella parte finale del tracciato toscano.

E’ anche caduto per fortuna senza conseguenze e nella giornata di sabato sarà impegnato nella ricerca della scelta migliore delle gomme per ovviare a questi problemi. La speranza è che vi ponga rimedio prima delle qualifiche per giocarsi un posto nelle prime due file.

Buona prestazione per Andrea Iannone. L’altro pilota della Ducati, nonostante la microfrattura alla spalla ha stretto i denti – non facendo ricorso agli antidolorifici – ottenendo il quarto tempo a mezzo secondo dal compagno di team. Dietro al vastese i due britannici Bradley Smith con la Monster Yamaha Tech3 e Cal Crutchlow con la Honda del team LCR. A sei decimi mezzo dal best lap odierno Aleix Espargarò che nonostante l’intervento chirurgico al quele si è sottoposto in settimana è settimo con la sua Suzuki.

Ottavo tempo per l’altro britannico Scott Redding con la Honda dell’Estrella Galicia 0,0 Marc VDS. A chiudere la top ten la Yamaha Tech 3 di Pol Espargaro’. Fuori dai dieci posti che al momento garantiscono l’accesso diretto alla Q2 delle qualifiche, insieme alle Ducati di Michele Pirro, Danilo Petrucci e Yonny Hernandez, Dani Pedrosa, tredicesimo a 956 millesimi da Dovizioso con l’altra Repsol Honda HRC.

Fonte Agi



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Renzi alle Muse per tirare la volata a Ceriscioli, contestazione in piazza Roma Successivo Fabriano - Pinacoteca ancora chiusa, Solari: danno per il turismo