Gp Malesia, qualifiche: 6° tempo per Valentino Rossi dopo la caduta

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Sepang (Malesia), 25 ottobre 2014 – “Non è una posizione così male in vista della gara. E’ un weekend difficile, stiamo tribolando un po’. Oggi meglio di ieri, ma non ho il passo che vorrei”. Così Valentino Rossi commenta ai microfoni di Sky Sport la sua sesta posizione nelle qualifiche del Gran Premio della Malesia valido per la MotoGp.

“Non riesco a guidare bene la moto. Le due Honda e Jorge (Lorenzo, ndr) sono più veloci e dobbiamo fare un altro step per essere con loro. Stiamo lavorando, ma viste tutte queste cose partire in seconda fila non è male”, ha aggiunto il pilota della Yamaha. Rossi poi rassicura sulle sue condizioni dopo la caduta di oggi: “Stavo provando la gomma anteriore, stavo cercando il ritmo, ma mi ha vibrato davanti e sono scivolato. Comunque non mi sono fatto niente, è tutto a posto”. Infine in ottica gara: “Le Honda sono forti sul passo, il tempo sotto i 2’ non mi sorprende. Domani si dovrà fare il massimo per cercare di stare con loro”.

È stato Marc Marquez a conquistare la pole position. Con il tempo di 1’59”791, il campione del mondo spagnolo su Honda Repsol ha preceduto il compagno di squadra e connazionale Dani Pedrosa di 0.182 centesimi di secondo. Terza piazza per Jorge Lorenzo su Yamaha, a 4 decimi. Sesta posizione per l’altra Yamaha di Valentino Rossi, staccato di 0.949 centesimi. Il Dottore è stato preceduto anche dal tedesco Stefan Bradl su Honda, quarto a 0.681 e da Andrea Dovizioso su Ducati, quinto a 0.912 centesimi. Per Marquez è la 13/a pole position stagionale, nuovo record assoluto.

 

La griglia di partenza

La griglia di partenza del Gran Premio della Malesia della MotoGp. 1. Marc Marquez, SPA, Repsol Honda TeamHonda, 1’59.791, 327.4km/h; 2. Dani Pedrosa, SPA, Repsol Honda TeamHonda + 0.182; 3. Jorge Lorenzo, SPA, Movistar Yamaha MotoGP + 0.412; 4. Stefan Bradl, GER, LCR Honda MotoGP Honda + 0.681; 5. Andrea Dovizioso, ITA, Ducati Team Ducati+ 0.912; 6. Valentino Rossi, ITA, Movistar Yamaha MotoGP Yamaha + 0.949; 7. Aleix Espargaro, SPA, NGM Forward Racing Forward Yamaha + 1.010; 8. Cal Crutchlow, GBR, Ducati Team Ducati + 1.328; 9. Bradley Smith, GBR, Monster Yamaha Tech 3Yamaha+ 1.472; 10. Alvaro Bautista, SPA, GO&FUN Honda Gresini Honda + 2.503.



Precedente Pd, prove di intesa verso le primarie «AreaDem? Non esiste. Siamo uniti» Successivo "Porto San Giorgio, parcheggi gratis la domenica e meno zone blu in centro"