Grotte di Frasassi record: le presenze sono 254mila

IL BORGHIGIANO FABRIANO

cecchi

Nella Foto Filiberto Cecchi

GENGA LE GROTTE di Frasassi chiudono il 2014 con un incremento a due cifre. Si è infatti passati dalle 231mila presenze dell’anno precedente a 254mila con una crescita di oltre il 10% in un’annata decisamente positiva. Ora spazio al tradizionale fermo biologico di tre settimane con avvio sabato fino al 30 gennaio compreso in un periodo in cui si inizierà a programmare il 2015 nella speranza di riuscire a confermarsi. Di certo non sarà semplice, in quanto il settore turistico un po’ ovunque sembra in affanno, ma l’eccellente performance del 2014 non può certo essere casuale, bensì frutto della strategia vincente del Consorzio Frasassi che guida le Grotte sotto la regia del presidente Filiberto Cecchi. Molto bene anche il Museo della Carta di Fabriano che ha toccato quota 46mila visite, superando in modo evidente le 37mila di un anno fa. Ricavi in crescita anche per il bookshop che ha fatto registrare incassi vicini ai 300mila euro per le vendite di souvenir e similari contro i 230mila del 2013. Proprio il Museo ha sfruttato in maniera sensibile il traino della mostra Da Giotto a Gentile’ giunta a 65mila visitatori in cinque mesi e pronta per le ultime settimane prima del finissage del 18 gennaio. Proprio dalla mostra organizzata dalla Fondazione Carifac e curata da Vittorio Sgarbi arrivano oltre 10mila pernotti dei turisti che hanno soggiornato in città o nelle zone immediatamente limitrofe. In questo modo è probabile che i numeri del 2014 siano da primato locale anche sul fronte degli stessi pernotti, in quanto dopo primi sei mesi dell’anno si era a quota 30mila, in linea con il 2013 quando si chiuse a 59 ila. Ma da luglio con l’avvio della mostra, la tendenza di crescita si è decisamente rafforzata e tutto lascia supporre che si possano avvicinare le 70mila notti trascorse nelle strutture ricettive cittadine.

FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Violento scontro all'incrocio Resta ferito un osimano Successivo Cani sporcaccioni e rifiuti in strada Elevate 43 multe in due mesi