‘Guardie e ladri’: inseguimento a piedi nei campi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Costanzo (Pesaro Urbino), 1 novembre 2015 – Pizzicano due ladri e si gettano al loro inseguimento a piedi nei campi. Attimi da film in Strada Grazie Ponte Rio, una zona alla periferia di San Costanzo, tra le frazioni di Solfanuccio e Stacciola. Protagonisti due agenti della polizia municipale. Sono le 18,45: i vigili stanno svolgendo un servizio di pattugliamento del territorio quando la loro attenzione viene richiamata dal suono di un allarme.

Seguono la scia acustica e in pochi secondi arrivano alla casa di proprietà dei coniugi Marco ed Egiziana. Fermano la loro auto a fianco dello stabile e scendono al volo, giusto il tempo di intravvedere due persone scavalcare agilmente la rete metallica che cinge il cortile (alta più di un metro e mezzo) e darsela a gambe sul retro, nei terreni agricoli arati e inzuppati d’acqua. I vigili si fiondano alle loro spalle, corrono all’impazzata, ma i metri di vantaggio e il buio pesto che già a quell’ora ricopre l’intera zona, lontana dal centro paesano, consentono ai fuggitivi di far perdere le loro tracce.

Tutto succede mentre i padroni di casa sono fuori perché ancora impegnati al lavoro. Ad una successiva ricognizione risulta chiaro che l’intervento tempestivo della polizia municipale è stato determinante per evitare che il ‘colpo’ andasse a buon fine. «I delinquenti sono entrati forzando un portoncino laterale della nostra abitazione – racconta la signora Egiziana, ancora visibilmente scossa –, ma non hanno fatto in tempo a portare via niente. Il suono dell’allarme e l’arrivo velocissimo dei vigili non gli ha consentito di arraffare nulla. Ringrazio di cuore i due agenti, che sono stati davvero straordinari. Allo stesso tempo voglio dire che siamo devastati, non ne possiamo più. E’ la terza volta che subiamo la visita dei ladri. La prima fu nell’agosto del 2013 e la seconda appena un mese più tardi. Due colpi ravvicinati, da choc, che ci indussero ad installare l’allarme. Dopodiché pensavamo di essere al sicuro e, invece, ecco che ogni convinzione si sgretola. Questi delinquenti non li ferma niente e nessuno. Ormai ho il terrore a rimanere in casa da sola anche per pochi attimi, pure di giorno».

«Egiziana ha ragione – sottolinea il suo vicino Alberto Zaffini, che è stato testimone oculare dell’inseguimento -. Siamo in emergenza. Mia moglie non vuol rimanere più sola neppure un secondo e la capisco. Nonostante le sbarre alle finestre e l’allarme, i ladri sono venuti già due volte». 

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Valentino Rossi al concerto di Cesare Cremonini: guarda le foto Successivo Valentino Rossi è tutti noi