Si sente male in casa e chiama il 118 ma muore prima dell’arrivo dei soccorsi

ambulanza

Il Borghigiano il blog di Fabriano e delle Marche-Era solo in casa, quando ha cominciato a sentirsi male: ha accusato dei forti dolori addominali, ma è riuscito a chiamare i soccorsi. E’ un codice rosso, sul posto arrivano gli uomini del 118 dell’ospedale di Cingoli insieme a quello della Piros di Apiro, suonano alla porta ma nessuno risponde, allora vengono allertati i carabinieri che una volta sul luogo, sono costretti a forzare la porta d’ingresso per entrare nell’abitazione. All’interno i soccorritori trovano l’uomo esanime a terra, tentano in continuazione di rianimarlo, fanno il possibile, ma il cuore dell’uomo non riprende più a battere. Un infarto fulminante, di quelli che non perdonano, è alla base della morte di M.D.A., pensionato sessantottenne originario di Ancona, ma da diversi anni residente a Frontale, in contrada Pian della Fonte. Accertata la morte per arresto cardiaco, i carabinieri della stazione di Apiro hanno subito contattato ed avvertito i familiari che risiedono fuori comune. Il dramma è avvenuto nella notte.

Notizia riferita dal Corriere Adriatico

Precedente Doppio senso in via Verdi, il sindaco boccia l’idea Successivo La guerra dei vongolari, tensione davanti alla Capitaneria