"Halloween Bees", in campo anche i baby cestististi messicani che giocano scalzi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 29 ottobre 2015 – Al 3° torneo di “Halloween Bees – 1° trofeo Consultinvest” prenderanno parte anche due squadre molto particolari, che arrivano dal Messico. Domani mattina riceveranno il benvenuto dall’assessore allo sport Mila Della Dora nella sala del Consiglio comunale di Pesaro.

Le due squadre (una composta da 8 bambini del 2004 e 2005 e una da 8 bambini del 2002 e 2003) saranno ospiti delle famiglie dei piccoli Bees per una settimana.

La manifestazione si svolgerà dal 30 ottobre al 1 novembre in tutte le palestre cittadine. Al trofeo si sono iscritte 36 squadre divise in tre categorie. A portare un tocco di internazionalità ci saranno infatti i bambini Triqui, cresciuti nell’Accademia del basket indigena, che hanno la caratteristica di giocare scalzi.

L’Accademia di basket indigena del Messico (Abim), è un progetto sportivo fondato alla fine del 2009, dal professor Sergio Zuniga, con l’obiettivo di migliorare, grazie allo studio e allo sport, l’infanzia e le condizioni di vita dei bambini delle comunità triquis di Oaxaca, molte delle quali con gravi problemi di povertà e violenza.

“L’Accademia di basket indigena del Messico è riuscita a essere un punto di riferimento fondamentale sia per lo sport sia per l’istruzione di queste comunità indigene, afflitte da grave povertà e ritardo educativo – spiega il general manager dei Bees Graziano Sartini -. L’accademia ha insegnato ai bambini a competere, ad affrontare le avversità della vita, con carattere e entusiasmo. E il sogno è che questo progetto iniziato nella regione Triqui, possa portare e replicare in tutto il Paese l’esempio dei ’campioni scalzi della montagna’”.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Polverigi, precipita al cimitero mentre fa i lavori nella cappellina di famiglia: grave Successivo Fermo, matrimonio con Porto San Giorgio Cgil e Cisl spingono per il sì