I big del ciclismo scalano il San Vicino: c’è anche Vincenzo Nibali

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Matelica (Macerata), 6 marzo 2016 – Il grande ciclismo torna nell’entroterra maceratese. Sono state presentate ieri mattina al teatro Piermarini di Matelica le due tappe della corsa dei due mari, la Tirreno-Adriatico, che solcheranno i paesi ed i paesaggi dell’Alto Maceratese. La quinta tappa, quella che domenica 13 marzo culminerà in cima al Monte San Vicino, sul punto più alto del territorio di Matelica, a 1208 metri, fatta di salite impegnative che andranno a vantaggio degli scalatori e già definita dagli organizzatori come la tappa «regina della corsa». E la sesta, una tappa tutta per velocisti che prenderà il via lunedì 14 dalle pendici della torre del Cassero a Castelraimondo.

«Le tappe che sanno offrire questi territori sono il prototipo del ciclismo moderno. Impegnative, non troppo lunghe, incastonate in paesaggi mozzafiato, da vivere dall’inizio alla fine». Così gli addetti ai lavori hanno descritto la due giorni di ciclismo, al centro di una gara, la Tirreno-Adriatico, che ogni anno acquista notorietà, visibilità ed importanza, attirando l’attenzione dei campioni di questo sport, che la scelgono a discapito della concomitante Parigi Nizza, e tra le montagne che separano il Tirreno e l’Adriatico, preparano le gambe, testano la squadra e vanno a caccia di vittorie. Grandi campioni dunque anche quelli che solcheranno l’alto maceratese, come Peter Sagan, Vincenzo Nibali, Domenico Pozzovivo, Fabian Cancellara, Michal Kwiatkowski, i prossimi 13 e 14 marzo.

Presenti alla presentazione, coordinata da Francesco Fiordomo, i sindaci di Castelraimondo Renzo Marinelli e di Matelica Alessandro Delpriori, il presidente dell’Unione Montana Gianluca Chiappa, l’assessore regionale Angelo Sciapichetti, il presidente della provincia Antonio Pettinari, Stefano Peruzzi, responsabile RCS delle Marche, anche Massimo Romanelli, vicepresidente Marche Federciclisti, Giuseppe Illuminati, delegato provinciale CONI Macerata, Tania Belvederesi, ex ciclista professionista e assessore allo sport al comune di Castelfidardo, Giancarlo Polidori, ex ciclista professionista su strada nato a Sassoferrato.oltre che gli organizzatori e i numerosi sponsor.

«Il nostro territorio si conferma l’ideale per ospitare ancora una volta il grande ciclismo – ha detto il sindaco di Castelraimondo Renzo Marinelli – crediamo sempre di più che questo genere di manifestazioni, che hanno un’eco mondiale, non possano far altro che portare benefici per il nostro territorio, e non solo per quanto riguarda la promozione e la valorizzazione. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il prezioso contributo degli sponsor, espressione di un territorio che vuole crescere e vuole credere nelle sue infinite potenzialità. Senza dimenticare gli interventi a beneficio delle infrastrutture, che certamente restano anche dopo il passaggio della Tirreno-Adriatico. Il mio grazie va a tutti quanti hanno collaborato. Sono convinto che questo territorio possa crescere con l’aiuto di tutti. E l’organizzazione di queste due tappe ne è l’esempio».

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Vittorio Sgarbi: "Ora Ferroni è nel tempio della prospettiva" Successivo San Benedetto, in fila per le primarie Pd. Segui la diretta