I cinesi si prendono l’ex Iper: tutto pronto per il mega bazar

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche (Macerata), 27 ottobre 2015 – L’Eco Mercatone dei cinesi aprirà ufficialmente i battenti martedì 10 novembre. Ne danno ufficialmente l’annuncio il presidente dell’Associazione Italia-Cina Sun Guang, e Zhang Zhauyong, amministratore delegato della società che gestisce direttamente anche il punto vendita di Cesena, attraverso rami collaterali, diverse altre mega strutture di vendita, in altre città italiane. La società ha preso in affitto tutti gli spazi dell’ex Iper, 11mila metri quadrati di superficie complessiva di cui oltre 8mila da destinare ad area vendita.

Sarà un grande centro commerciale di vendita al minuto merceologicamente molto variegato. Lì dentro l’acquirente troverà di tutto: abbigliamento, calzature, valigeria, casalinghi, ferramenta, biancheria e quant’altro, tranne che i generi alimentari. Anche la produzione sarà estremamente variegata: non solo il Made in China, ma anche origine italiana e oltre, nel rispetto di una legge del mercato che ormai non conosce confini. Dietro i banchi vendita commesse multietniche e uomini tuttofare: cinesi e italiane da una parte, pachistani dall’altra.

La scelta della mega struttura civitanovese per una logica precisa e ormai ben conosciuta: è una location centrale rispetto ad un vastissimo territorio, ove convergono arterie di alta percorrenza sia da nord che da sud e da ovest. Si estende quindi in città la presenza della Cina, ciò avviene nel segno più tipico di questo grande popolo che fa del dinamismo e della laboriosità la sua caratteristica principale. L’apertura dell’ Eco Mercatone, al di là del suo naturale richiamo commerciale e del certo nuovo movimento che la mega struttura di vendita andrà a creare, è fondamentale anche per il recupero sociale di una zona urbanisticamente precipitata in appena un anno in un degrado vergognoso.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Best, il rischio licenziamento non è eliminato Successivo Civitanova Marche, scontro tra due auto: un ferito all'ospedale