I confini di Ancona sono contrassegnati dalle sue buche

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 25 giugno 2015 – Ancona, la città delle grandi buche, gemellata con se stessa. Lo scatto che sta facendo il giro della rete e dei social network è davvero emblematico e soprattutto disegna con grande chiarezza una scottante realtà.

Siamo al confine tra i territori di Ancona e Camerano e la differenza della qualità dell’asfalto è evidente. I cittadini del capoluogo ne hanno abbastanza di un asfalto pieno di crateri che mettono a repentaglio la sicurezza e l’incolumita di automobilisti, motociclisti e ciclisti.

Basta varcare la soglia comunale e le cose cambiano. Non è che negli altri territori comunali dell’hinterland la situazione sia rosea, tuttavia è senza dubbio migliore di quella di Ancona. Tuttavia, la foto qui accanto da una parte crea ilarità, ma dall’altra suscita rabbia e senso di rivalsa.

Ormai da alcuni anni non esiste più alcuna programmazione per quanto riguarda il piano-asfalti ad Ancona. Prima la giunta Gramillano e adesso quella Mancinelli, con la spiegazione legata a motivi di bilancio, continuano a rimandare gli interventi. Il Comune si limita soltanto ad effettuare interventi singoli per tappare le buche segnalate dagli automobilisti o dai cittadini.

Nel frattempo sono aumentate le cause da parte dei privati nei confronti dell’amministrazione per danni alle persone e alle auto a seguito di incidenti stradali.

In merito alla foto i commenti si sprecano: «Caro Sindaco di Ancona, vede come giustamente ci prendono in giro i comuni confinanti con Ancona? Non prova un minimo di risentimento per la nostra povera città?». E ancora: «In molti altri Paesi le strade sono blocchi di cemento che si installano subito senza alcun problema, e prima che si consumano di tempo ne passa tantissimo. Perché non si può fare una prova anche qui?».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Fabriano - Palio 2015 alla Porta del Borgo, decisivo il fabbro Valerio Tiberi Successivo Marche, arrivano sole e grande caldo. Fine settimana sotto il segno dell'estate