I piccoli commercianti si uniscono. "Eventi speciali tutte le domeniche"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 18 marzo 2016 – Nelle stesse ore in cui il Burger King ascolano veniva inaugurato c’era chi, a poche centinaia di metri, scendeva in campo per rilanciare l’altra parte del commercio cittadino, da tempo in lotta con la crisi.

Al ‘Brugni Coffee Room’ di via Aprutina, infatti, negozianti e cittadini hanno presentato con una conferenza stampa il progetto ‘Domenica in città’, una serie di eventi messa in campo per rivitalizzare le attività di centro e periferia.

Coinvolgendo una volta per tutte ogni commerciante, a prescindere da comitati e consulte varie: «Altrimenti si continua a parlare e a non concludere niente – spiega Alessandro Brugni, presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio e mente del progetto –. Da troppo tempo in città si susseguono riunioni e iniziative che nascono e muoiono nel giro di poche settimane. Mentre tutti sono contro tutti la realtà dice che il tessuto produttivo e commerciale sta morendo ovunque».

I numeri parlano chiaro: nel 2015 sono cessate 86 attività e ne sono sorte 76. Non solo per colpa della crisi, però: «Ci sono grossi imprenditori e multinazionali che, per ovvie regole del mercato, la fanno da padroni. Questo accontenta loro, ma penalizza tutto il resto della città. Perché se nascono trenta posti di lavoro, e chissà per quando, allo stesso tempo rischiano altrettante attività commerciali».

Quindi il progetto: «Organizzare delle domeniche con eventi e iniziative per attrarre non solo ascolani, ma il circondario, pensare a nuovi servizi o crearne altri come i bus navetta, e a promozioni speciali. Dobbiamo fidelizzare la gente, a partire dalla domenica».

Ognuno, però, secondo Brugni, deve fare la propria parte. Per questo è stato annunciato un incontro aperto al pubblico che si terrà nella sede della Confcommercio lunedì 4 aprile alle 15 dove tutti, anche i semplici cittadini, potranno proporre qualcosa: «Noi commercianti sbagliamo per primi: oltre a non unirci nella protesta e nella proposta, dobbiamo migliorare orari e promozioni».

Alla conferenza erano presenti anche gli assessori comunali Brugni e Filiaggi, così come il presidente del Consiglio degli Anzini della Quintana, Massimo Massetti il quale per l’occasione svela: «Dopo vari incontri con i commercianti, abbiamo pensato ad un grande evento che si terrà il 11 e 12 giugno in centro. Un’idea che dovrà essere un riferimento turistico. Cosa faremo? Tornare la città al medioevo». «Partiremo con una ‘domenica zero’ prima dell’estate per la quale tutti possono proporre idee sul gruppo facebook ‘Sei di Ascoli Piceno se …’ – concludono gli ideatori- . Solo uniti il commercio ascolano smetterà di soffrire».

e.p.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Rapagnano, forse un malore all'origine del fuori strada mortale Successivo Porto Potenza, sogna notte hard ma viene rapinato a casa della squillo