I pompieri salvano un chihuahua rimasto intrappolato in un’auto sotto il sole

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 23 giugno 2015 - Un’ora di angoscia e di lacrime disperate. “Da uno a dieci ho avuto paura 11″ racconta al termine dell’incubo Lory Miliani, una giovane donna originaria di Cagli che stamattina stava tornando a casa, quando è successo l’imprevedibile. Alle 11.15 i pompieri le hanno appena messo tra le braccia la sua Debbi, il chihuahua di 7 mesi rimasto intrappolato per un’ora all’interno dell’Audi A1 parcheggiata sotto il sole, davanti alla caserma (FOTO).

“L’avevo messa in macchina con la borsa e tutto – racconta visibilmente sollevata Lory -, ho chiuso lo sportello e ho fatto il giro per mettermi alla guida. Le chiavi le avevo inserite nel cruscotto e quando sono arrivata di là mi sono accorta che si era bloccato tutto. Non sono riuscita più ad aprire e non avevo neppure il cellulare per chiamare mio marito”. Ha provato disperatamente ad aprire la macchina da sola, perché stamane erano 28° C e nell’auto lasciata sotto il sole molti di più. Non voleva nè riusciva ad allontanarsi per chiedere aiuto. Perché più sentiva abbaiare la piccola Debbi, più Lory piangeva. 

“Per fortuna un signore mi ha vista e si è fermato ad aiutarmi – prosegue Lory -. Mi ha fatto chiamare con il suo cellulare mio marito che ha sua volta ha chiamato un carro attrezzi. Ma ci voleva troppo tempo per arrivare ed io avevo paura che fosse troppo tardi ed ero disperata. Per fortuna un altro signore ha avuto l’idea di chiamare i pompieri che sono arrivati subito. Sono stati troppo bravi e gentili. Non so come avrei fatto senza di loro”. 

Con un lungo fil di ferro, senza forzare la macchina, aprendosi un piccolo spiraglio nello spigolo superiore della portiera, i Vigilid el Fuoco di Fano sono riusciti ad agganciare la chiave inserita nel cruscotto e pronta per l’accensione… e aprire la macchina liberando il chihuahua un po’ provato dal caldo, nonostante durante le operazioni di salvataggio l’auto fosse stata coperta da un telo isolante. L’abbraccio di Lory e un po’ d’acqua hanno subito ristorato la piccola Debbi. 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente "Le Strade di Cuba" possono salvare una vita... nel nome e nel ricordo di 'Strizio' Successivo Senigallia, ladri acrobati in azione Svaligiati due negozi di telefonia