I vicini accerchiano i ladri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

– TORRE SAN PATRIZIO –

DOPO aver forzato la porta con un piede di porco, si sono introdotti nella abitazione del vice sindaco del paese, Marco Tortolini, ed hanno rubato tutti i suoi orologi da polso. Il ladri non hanno però fatto i conti con l’allarme e i vicini che sono accorsi dopo averlo sentito suonare, tanto che, dopo una colluttazione, hanno dovuto abbandonare la refurtiva.

E’ accaduto ieri notte intorno all’una, quando una banda, composta da due uomini dell’Est Europa e da un complice che li attendeva in auto, è entrata in azione nei pressi della strada provinciale 44, a pochi passi dal centro. I malviventi, approfittando dell’assenza dei proprietari, hanno divelto il portone dell’abitazione e sono entrati in casa. In quel momento, però, è scattato l’allarme antifurto: i due, in fretta e furia, sono riusciti a trafugare la collezione di orologi del vice sindaco, l’avvocato Marco Tortolini, ma non sono potuti uscire dalla porta principale perché nel frattempo era sopraggiunto un vicino, che ha iniziato a gridare per attirare l’attenzione delle gente.

Vista la malaparata, i ladri hanno fato dietrofront e sono fuggiti dal giardino. Qui si sono trovati di fronte ad un altro residente che ha cercato di fermarli: ne è nata una colluttazione, nella quale però hanno avuto la meglio i due malviventi, che hanno tirato fuori un coltello e un corpo contundente. Il vicino è finito a terra e i ladri, dopo aver scavalcato la recinzione, sono potuti scappare a bordo di un’auto che li attendeva con un complice alla guida. Poco dopo, sul posto, è giunto anche il vice sindaco, che non ha potuto far altro che denunciare il fatto ai a carabinieri.

In questi giorni il paese sembra letteralmente preso di mira dai ladri (probabilmente la stessa banda di ieri notte) che hanno svaligiato altre sei abitazioni, trafugando denaro e gioielli.

Fabio Castori

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Senigallia, numerosi clienti Vip per le lucciole da mille euro a notte Successivo Dalla guerra per il calcio alla tavola: lo chef teramano cancella le olive all’ascolana