I vigili gli sequestrano lo scooter, lui manda un agente all’ospedale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 5 maggio 2015 - Andava in giro a consegnare la posta, per conto di una ditta privata, in sella a uno scooter Aprilia Scarabeo senza revisione e indossando un casco non omologato; quando l’agente della polizia locale ha deciso di procedere al sequestro del mezzo e del casco, l’uomo, poco più di 40 anni, residente a Folignano, ha reagito scagliandogli una cartella sul volto, ferendolo a una guancia. L’agente, Nicodemo Guerrieri, è stato refertato dal personale sanitario del Pronto Soccorso di Ascoli e giudicato guaribile in cinque giorni. E’ accaduto nella tarda mattinata di ieri all’interno degli Uffici della polizia municipale di Ascoli.

Il dipendente della ditta di posta privata, spesso si reca a consegnare la corrispondenza presso il comando della polizia municipale e proprio Nicodemo Guerrieri, giorni addietro, lo aveva avvertito. Gli aveva detto che quel casco non era omologato e che non andava bene, non era sicuro. Ieri il dipendente è tornato per l’ennesima volta e nelle stesse condizioni così l’agente ha deciso di prendere provvedimenti. Ha controllato i documenti dello scooter, che è di proprietà della ditta, ed ha scoperto che non era stato revisionato.

A quel punto Guerrieri ha deciso di procedere al sequestro amministrativo del mezzo, oltre che stilare un verbale per impiego del casco non omologato. Inizialmente l’umo l’ha presa con filosofia, poi è uscito ed ha cercato di riprendere lo scooter. Ci sono stati momenti di tensione con il «postino» che voleva andarsene e l’agente che è riuscito a bloccarlo e riportare il mezzo nell’atrio del comando della polizia municipale. Poco dopo l’uomo ci ha riprovato, andando addosso al vigile, ma sempre con esito negativo; poi l’imprevedibile. Mentre il vigile stava completando la documentazione per il sequestro del mezzo e del casco, il quarantenne ha afferrato una cartella e l’ha scagliata con forza sul volto del vigile che è rimasto ferito.

I sanitari del nosocomio l’hanno medicato, sottoposto ad accertamenti per valutare eventuali danni e al termine, intorno alle 20 di ieri sera, l’hanno dimesso con una prognosi di 5 giorni, salvo complicazioni. Ora lo scooter è sotto sequestro e nelle prossime ore scatterà la denuncia, alla Procura della Repubblica di Ascoli Piceno, per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente «Pronto soccorso, attesa infinita» Successivo Fabriano - Il Piano chiede una piazza