Idee vincenti e il ‘caso’ Betti

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Pesaro, 28 settembre 2014 – La cosa più preziosa? Avere idee. Sono quelle che mancano. L’unico creativo di questa estate che sta tramontando è sicuramente Carlo Betti, l’ideatore del «Furgoncino». Il fenomeno dell’anno: un vecchio Citroen giallo, e poi panini a base di pesce, sulla panoramica San Bartolo, dentro l’azienda agricola di Mancini. File per stendersi sui campi e osservare il tramonto. Gente da San Marino, da Rimini e Riccione. E dalle basse Marche. Tutti in coda ad attendere il proprio turno. L’idea. Vincente. Talmente vincente che si sono messi in fila il sindaco di Rimini, quello di Riccione ed anche il nostro Matteo Ricci, oltre ad una regina della moda come Alberta Ferretti.

Guardare, capire e cercare poi di replicare, ognuno nei propri comuni. Sono andati sulla panoramica anche alcuni commercialisti per monetizzare il fenomeno. Telefonate anche dal ‘re’ del food, soldi in mano. Una storia bellissima quella di Carlo Betti, fenomeno da replicare e amplificare come pare voglia fare Matteo Ricci. Chapeau. L’inizio della rivoluzione turistica della città? Speriamo, ma i tempi sono lunghi. Intanto occorre fare i conti con una industria, quella del legno, che la crisi ha decimato. Per tamponare il subito, occorrono idee. Chi le ha si faccia avanti. Perché questa città ha bisogno di tanti, nuovi Carlo Betti.



 

Precedente La settima arte per sognare Successivo La Maceratese schianta il Termoli: quattro vittorie su quattro