Il 2015, un anno da record per le Grotte di Frasassi

grotte frasassi

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – GENGA – LE GROTTE di Frasassi si accingono a chiudere il 2015 con numeri da record registrando per il secondo anno consecutivo una consistente crescita di ingressi. Già il 204, infatti, aveva fatto segnare un incoraggiante trend al rialzo con 252 mila biglietti staccati, rispetto ai 230 mila dell’anno precedente, ovvero quasi il 9% di miglioramento. Ma questo 2015 ha già fatto di meglio visto che i dati aggiornati alla fine della scorsa settimana parlano di 264 mila entrate, ovvero di quasi il 6% in più. E non è ancora finita visto che il rush finale dell’ultima decade del mese potrebbe portare ulteriori riscontri positivi in particolare dalla due giorni tra ieri e oggi in sinergia con il vicinissimo presepe vivente di Genga. GIÀ l’altro giorno infatti in tantissimi si sono arrampicati nella Gola di Frasassi per godersi le scene della Natività. Possibile, quindi, che si chiuda il 2015 non troppo distante dalle 270 mila entrate, quindi con cifre che in passato erano state raggiunte soltanto nei primi anni dopo la scoperta avvenuta nel lontano 1972, quanto l’effetto novità era ovviamente determinante per richiamare appassionati e curiosi. Di fatto è un segnale davvero positivo quello di una crescita complessiva di oltre il 15% in due anni a cui ha contribuito molto anche la tendenza al forte rialzo da parte degli stranieri. ORMAI, infatti, si viaggia alla media di uno straniero ogni cinque persone, peraltro considerando solo quelli censiti, ovvero coloro che entrando in grotta scelgono di andare al seguito di una guida nella propria lingua. Intanto in queste ultime settimane si è provveduto alla conferma dei vertici dirigenziali del Consorzio Frasassi, l’ente che gestisce le Grotte per conto del Comune e della Provincia. Sulla tolda di comando ci sarà sempre il presidente Filiberto Cecchi, mentre la novità è rappresentata dall’arrivo del nuovo direttore delle Grotte, ovvero una figura direttamente coinvolta nella gestione tecnica delle cavità naturali. Il posto lasciato vacante dalle dimissioni di Marco Filipponi è stato assegnato a Luigino Quarchioni, l’ex presidente regionale di Legambiente che ora approda all’interno della governance del complesso ipogeo. Notizia riferita da Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO DI FABRIANO

Precedente Auto distrutta dalle fiamme Successivo Controllo dei lupi, catturato un esemplare sui Sibillini