Il 68° Festival Gad si conclude premiando la compagnia di Salzano

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 1 novembre 2015 – L’arlecchino di ceramica della 68ª edizione del Festival Nazionale d’Arte Drammatica di Pesaro è andato allo spettacolo Il barbiere di Siviglia portato in scena dalla compagnia Teatro Immagine di Salzano (Venezia) con la motivazione: «coraggiosi, audaci, impertinenti e sfacciati. Quelli del Teatro Immagine portano Il barbiere di Siviglia a Pesaro, ma convincono tutti».

Il secondo posto è stato assegnato alla compagnia Eclissi di Salerno per lo spettacolo L’arte della Commedia di Eduardo De Filippo, al terzo posto si è classificato Il feudatario di Carlo Goldoni allestito dalla compagnia La Barcaccia di Verona.

Il premio Antonio Conti per la migliore regìa è stato una terna è infatti stato consegnato a Benoit Roland per Il barbiere di Siviglia. Il premio Arnaldo Ninchi per il gradimento del pubblico è andato alla rappresentazione Il barbiere di Siviglia, mentre il Premio don Gaudiano della giuria degli studenti è stato vinto dalla compagnia dell’Eclissi di Salerno per L’arte della commedia.

Il premio miglior attrice dedicata alla compianta Eva Franchi a Fiammetta Fiammeri per l’interpretazione ne Il cappello di carta presentato dalla compagnia Ad Hoc di Roma.

Migliore attore Ivo Scherpiani del festival 2015 è stato Felice Avella per L’arte della commedia. Il premio Elsa Gori per il miglior attore caratterista è andato a Andrea Paris per Niente da dichiarare? Il premio assegnato dal Lions Club Pesaro Host al miglior attore e attore giovane è andato a Martina Boldarin (Il barbiere di Siviglia).

Il miglior commento musicale è stato vinto da Il barbiere di Siviglia. Il premio miglior costumi, riconoscimento dedicato alla memoria di Leonardo Luchetti, è stato assegnato allo spettacolo Il Feudatario. Ad aggiudicarsi la migliore scenografia è stata la rappresentazione L’uomo, la bestia e la virtù.

Sono stati assegnati dei riconoscimenti anche al direttore dei teatri di Pesaro Giorgio Castellani, alla giornalista Ivana Baldassarri e al Fotoclub di Pesaro. Per i miglior commenti degli spettacoli sono stati premiati con un abbonamento omaggio alla stagione di prosa di Pesaro gli studenti Alessandro Baratti, Margherita Galeazzi, Emma Marzi, Elena Mobili, Laura Signoretti e Maria Sole Sorbini.

Un ricordo del festival è stato regalato anche a Ortensio Rivelli quale membro della commissione selezionatrice e autore dei trial di presentazione degli spettacoli in cartellone.

Altra targa è stata assegnata a Claudia Rondolini responsabile del gruppo scuola. Il presidente del Gad Giovanni Paccapelo ha anche voluto riconoscere l’ottimo lavoro del direttore artistico Cristian Della Chiara consegnandogli un Arlecchino di ricordo. Un altro Arlecchino di ceramica è stato anche dato a Leonardo Giorgi, presidente della giuria ufficiale del festival.

Alla cerimonia di premiazione, presentata dalla giornalista Annarita Ioni, è intervenuto il vice sindaco Daniele Vimini e l’assessore Giuliana Ceccarelli. Tanti applausi per il segretario del festival Gabriele Cambrini che dopo 9 anni lascia. Al suo posto dalla prossima edizione Stefano Magi.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Sanigallia, tagliandi invalidi taroccati Scoperti e multati i furbetti dei parcheggi Successivo Camper in sosta prende fuoco. Soccorsa una persona rimasta ferita