Il carabiniere che ha trovato il corpo di Lidia all’Annunziata

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 31 gennaio 2016 – A ritrovare il corpo di Lidia Di Nicola è stato un carabiniere della stazione di Castignano. Il militare stava percorrendo la scalinata che collega la zona dell’Annunziata con la Fortezza Pia, quando ha notato un piccolo passaggio, un’interruzione del cespuglio e del muretto che delimitano la scalinata che si apre verso un piccolo sentiero, che scende per alcuni metri su un pendio appena scosceso.

Qui ha visto il corpo della donna, appoggiato su un lato, con il volto rivolto verso terra. Immediatamente il carabiniere ha chiamato i colleghi e i vigili del fuoco che erano in zona. In poco tempo sul posto sono giunte altre unità e l’area è stata recintata. E’ arrivato anche il pubblico ministero Lorenzo Maria Destro, in sostituzione del collega Umberto Monti, titolare delle indagini sulla scomparsa della donna ma che era impegnato ad Ancona per l’apertura dell’anno giudiziario. In tarda mattinata è giunto il medico legale Pietro Alessandrini, che ha effettuato una prima ricognizione del cadavere dopo che erano stati svolti i rilievi scientifici. Intorno alle 13 è giunto anche il sostituto procuratore Umberto Monti, preceduto dal capo della Squadra Mobile Patrizia Peroni. Soltanto alle 15 il corpo della donna è stato rimosso e trasportato all’obitorio, dove già nella giornata di lunedì potrebbe essere eseguita l’autopsia.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente «Una delle torri di palazzo Merli sempre più inclinata: rischio crollo» Successivo Ancona da applausi, il Pisa finisce ko