Il commosso addio al grande cuoco Mario Martinelli

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Apecchio (Pesaro e Urbino), 20 marzo 2015 – Tanta gente e tanta commozione ai funerali di Mario Martinelli, il popolare ristoratore di Acquapartita, deceduto mercoledì mattina all’ospedale d’Urbino, all’età di 80 anni.

Il corteo funebre partito dal nosocomio feltresco nel primo pomeriggio di giovedì, ha raggiunto la chiesa di Serravalle di Carda, dove don Roberto ha eseguito il rito cristiano, ricordando la figura di Martinelli e descrivendolo come persona buona, affabile e sempre con il sorriso sulle labbra.

Non potendo contenere la chiesa la tanta gente accorsa, diversi amici dello scomparso l’hanno atteso fuori, nella grande piazza, ricordando Mario, così come veniva chiamato da tutti, per le sue grandi doti umane e anche per la sua passione per la ristorazione e la bontà della sua cucina, portata avanti ora, da qualche anno, con tanta dedizione e cura dal figlio Gabriele e dagli altri componenti della famiglia.

Presenti in chiesa anche il sindaco di Piobbico, Giorgio Mochi, alcuni amministratori del comune di Apecchio, compreso il sindaco degli anni ‘90 di Apecchio Franco Biancarelli amico da sempre di Mario e tanti clienti, giunti anche dalle regioni vicine, del famoso ristorante.

Mario Martinelli di fronte al bancone del suo locale con un gran prosciutto

Al termine della messa, il corteo funebre invece di scendere per la via principale che collega Serravalle di Carda con la Provinciale, ha raggiunto Acquapartita e si è fermato di fronte al ristorante, per l’ultimo saluto di Mario, a quello che è stata la sua casa, centro di sacrifici e di amore per la famiglia e per chi ha avuto la fortuna di conoscerlo.

Mario Martinelli con Valentino Rossi

La commozione è stata per tutti, grande. Altra gente si è poi unita al corte funebre nel paese di Apecchio, dove nel locale cimitero è avvenuta la tumulazione.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Domani conferenza stampa Marche 2020 Successivo Tir contro treno, non rispetta Pl