Il derby è dell’Ascoli, ma il Teramo festeggia la B

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 2 maggio 2015 – L’Ascoli dice addio al sogno del primo posto e si prepara ai play off congedandosi dal suo pubblico con una vittoria nell’atteso derby contro l’Ancona.

Petrone schiera Grassi dietro a Perez e Altinier, rinunciando ancora a Mustacchio e Chiricò, mentre Cornacchini risponde con un 4-2-3-1 che vede Cognigni terminale offensivo e Bondi a fare la spola sulla trequarti.

Cornice di pubblico da altre categorie, con la curva Sud a salutare l’ingresso dei giocatori con una splendida coreografia.

Primo tempo a ritmi bassi, con una lunga fase di studio interrotta al 21’ dell’arcobaleno disegnato da Grassi su punizione dal limite dell’area.

Lanni e Lori vivono un primo tempo da spettatori, se si esclude un salvataggio del numero uno bianconero in chiusura di frazione su una girata di Tulli. In un pomeriggio caldo l’atmosfera si fa bollente dopo il vantaggio bianconero, con un accenno di rissa che si chiude con un giallo per ciascuno: Altobelli e Di Ceglie.

Il secondo tempo si apre come si era chiuso, con Lanni a distendersi per dire no a una conclusione a giro di Tulli.

L’Ancona però è più brillante e il pareggio arriva al 14’, con Cognigni che sul cross morbido di Lisai incorna di potenza e mette alle spalle di Lanni. La reazione dei bianconeri è affidata a un paio di conclusioni su calcio piazzato del solito Grassi, che però non impensieriscono Lori.

I dorici sono più efficaci e provano con maggiore convinzione a vincere, anche se di occasioni vere e proprie praticamente non se ne vedono. Petrone ridisegna lo scacchiere tornando al 4-2-3-1, la partita sembra scivolare senza sussulti verso il triplice fischio: al 41’ però Altobelli fa partire un missile dai 25 metri, la palla colpisce il palo e sulla respinta Cinaglia viene steso da D’Orazio. Rigore ineccepibile, Perez dal dischetto incrocia con forza e batte Lori, consegnando ai bianconeri vittoria e tre punti.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Regionali Marche, presentate le liste: cinque candidati presidenti Successivo Diocesi Napoli e Ascoli gemellate