Il gettone sembra una moneta da due euro e manda in crisi i clienti

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Marotta (Pesaro e Urbino), 18 luglio 2015  - Un po’ ambigui i gettoni di un autolavaggio di Marotta. I commercianti ormai sono abituati alle numerose banconote false in circolazione, ma questa volta è un obolo a provocare equivoci e proteste: è il gettone dell’autolavaggio di Marotta Tech Wash. Azienda integerrima, che offre servizi di riparazione e manutenzione di macchine di impiego generale. Inoltre per le autovetture viene offerto un servizio di pulitura che richiede l’inserimento di questi gettoni, facilmente scambiabili per delle monete da due euro.

Peso, forma e colori sono praticamente uguali, una sorte di illusione ottica, di cui sarebbero vittime tutti gli occhi inesperti. Infatti questi “gemelli diversi” possono essere facilmente scambiati con le normali monete da due euro, soprattutto dagli ignari cittadini che spesso in buona fede evitano di analizzare il resto nei minimi dettagli. Così si creano situazioni spiacevoli. Infatti sentirsi dire “Mi scusi ma questi sono falsi, non posso accettarli” e poi accorgersi che in realtà nel bassorilievo della moneta c’è la scritta di un autolavaggio, in cui tra l’altro non si è mai stati, per cui ci si accorge in quel momento di aver ricevuto di resto dei presunti 2 euro. Un cittadino ci ha detto al telefono: «Si spera che i responsabili dell’inconveniente si preoccupino di interrompere la produzione di questi gettoni equivocabili con facilità, progettandone altri più facilmente distinguibili grazie anche a colorazioni diverse».

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Rinvenute sulle sponde dell'Esino piante di marijuana: caccia ai coltivatori Successivo Acquasanta, cade e muore a 45 anni mentre sistema una catasta di legna