Il leghista Zaffiri su Facebook: "Gabrielli, per te olio di ricino"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 19 luglio 2015 – Ha scatenato un vero putiferio, l’esponente della Lega Nord e neo eletto vice presidente del consiglio regionale Sandro Zaffiri. Che sul suo profilo Facebook attacca il prefetto di Roma Franco Gabrielli con epiteti e minacce: “…attento che ti abbiamo segnato sul nostro elenco, arriveremo, l’olio di ricino te ne daremo tanto”.

Un post che ha scatenato la rabbia, soprattutto di esponenti del Pd. Per primo, il presidente della Regione Luca Ceriscioli: “Nessuno può permettersi di essere condannate e stigmatizzate, per di più se è un rappresentante della istituzioni. Mi auguro quantomeno che possa chiedere scusa al prefetto Gabrielli, al quale va tutta la mia solidarietà”. A lui si aggiunge anche il presidente del consiglio regionale Mastrovincenzo: “Ritengo gravissime le parole di Zaffiri, sono amareggiato da parole che oltraggiano le istituzioni”.

Infine, il segretario regionale Pd Francesco Comi, che chiede le dimissioni di Zaffiri: ““È inaccettabile e, francamente, riprovevole l’espressione adottata da Zaffiri contro il prefetto di Roma Gabrielli. Violare così prepotentemente il rispetto della persona e scadere nella becera e vile violenza verbale dimostra il limite, umano prima ancora che politico, del consigliere leghista.E lo sconcerto – aggiunge Comi – è ancor più grave se si pensa che tale comportamento è del vice presidente del Consiglio regionale. Ragion per cui ritengo opportuno richiedere le sue dimissioni da tale carica. Questa è politica da medioevo, di inaudito squallore, che niente ha a che fare con la politica del cambiamento che i marchigiani hanno scelto e che richiedono. Nessuno ha bisogno di questi modi di ‘bassa Lega”. E la denuncia arriva anche dal capogruppo Pd in Regione, Giacomo Busliacchi: “Proporrò al gruppo PD una iniziativa formale, da portare in discussione nella seduta dell’Assemblea legislativa, per richiamare e condannare senza mezzi termini le parole indicibili ed indecenti di Zaffiri. Non è fomentando violenza o odio che si risolvono i problemi degli italiani e dei marchigiani”.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Porto San Giorgio sconvolta per la morte del 21enne Giacomo Vecchiola Successivo Tempismo perfetto