Il mare diventa magico con ‘Candele sotto le stelle’

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 12 agosto 2015 – Tantissima gente vestita di bianco e la magia di un mare trapuntato di candele per un lungo filare a costeggiare la battigia: questa è l’immagine vincente di un evento, ‘Candele sotto le stelle’ che alla fine ha dato i suoi frutti. A parte il vento che ha penalizzato luoghi più esposti come le spiagge Sottomonte, a Ponente e in massima parte a Levante si può dire che l’effetto magico del filare di fiammelle c’è stato e resterà nella memoria di questa città. L’esito positivo ha premiato soprattutto il lavoro fatto dai quaranta volontari della Proloco di Candelara e dagli operatori di Pesaro Village, tanto che i primi dopo le ultime due ore di lavoro per un mese intenso di preparativi, si sono concessi un po’ di relax cenando… con luce elettrica all’Hotel Caravelle. LE FOTO

A tenere vivo lo spirito della serata, infatti ci hanno pensato i musicisti e i bagnini. Come da copione «candele sotto le stelle» è iniziata con le note de «L’inganno felice» di Rossini diffuso lungo i 5 chilometri di litorale pesarese dagli altoparlanti dei 65 stabilimenti aderenti all’iniziativa. La banda di Candelara e quella di Colombarone, partendo a Ponente la prima e da Levante la seconda, si sono esibite in baldanzosi concerti itineranti tenendo testa per consenso e applausi alle formazioni musicali di stampo classico come il quintetto di ottoni dell’Orchestra Sinfonica Rossini meglio nota come Pisaurum Quintet Brass; le performances del Rossini Street quartet; del fisarmonicista Raffaele Damen; del duo Francesco Marconi tromba e Alessandro Conti fisarmonica.

«In totale la cena a lume di candela, tenutasi in via eccezionale sulla battigia, è stata animata da 110 piccoli eventi musicali», come dice tirando una riga di soddisfazione l’assessore comunale Antonello Delle Noci mentre la scritta, WePesaro, fatta di candele e posizionata nei due tratti di spiaggia libera (a Villa Marina e ai Gelsi) è stata la sorpresa ad uso e consumo di selfie e riprese video. a forte pubblicità all’evento naturalmente ha mosso persone anche da fuori provincia e oltre. Il comitato di sicurezza che si è riunito alla vigilia dell’evento ha mobilitato sei pattuglie di polizia municipale che disposte nei vari snodi viari è stata supportata da quasi tutte le forze dell’ordine (Finanza, Arma dei carabinieri, Polizia e Vigili del Fuoco).

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Corridonia, appello per il cinghiale "Lasciatemi Balotelli, ​l'ho cresciuto io" Successivo Fermo, comunità sotto choc per la morte di Lorenzo Cicconi