Il Montalbano asfalta il Sarroch: è promozione

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 11 giugno 2015 – Una Medea in stato di grazia batte Sarroch 3 a 0, centrando la promozione nel campionato di B1 di volley. È stata una partita bella, avvincente e combattuta con i sardi che hanno impegnato a fondo la formazione di casa che ha superato in modo brillante ogni ostacolo avendo il merito di trascinare il pubblico che ha incitato la formazione di coach Bernetti. E alla fine è stata festa per la vittoria che corona una stagione strepitosa. «E pensare – dice il diesse Gianluca Tittarelli – che eravamo partiti per una tranquilla salvezza, ma con il tempo la squadra è cresciuta sempre più nel rendimento. Siamo soddisfatti, ovviamente per la promozione, ma anche a vedere così tanta gente. Per noi si tratta di un record nel record pensando che l’anno scorso eravamo serie C». Al settimo cielo il coach Francesco Bernetti per la vittoria contro Sarroch. «Ci abbiamo creduto sin dall’inizio. Siamo partiti un po’ cauti, tenuto a bada gli avversari a differenza di quanto accaduto sabato scorso in Sardegna. Ci siamo anche un po’ complicati la vita,ma la squadra è rimasta sempre unita e alla fine ce l’abbiamo fatta». Infine una parola ai giocatori. «Sono stati straordinari, ho potuto contare su un gruppo che ha lavorato sempre sodo ed è cresciuto nell’arco della stagione». In campo ha lottato come un leone Scuffia. «Abbiamo vinto e meritato la promozione, del resto la Medea ha giocato bene sin dalla prima gara, a parte la sbavatura di sabato scorso a Cagliari ma ci siamo subito ripresi. Abbiamo meritato la promozione». Il giocatore si sofferma sulla gara con la Sarroch. «Nei giorni scorsi – dice – abbiamo svolto un lavoro specifico per migliorare il rendimento a muro, e i risultati si sono visti. Ma in generale abbiamo disputato un’ottima partita e quando giochi bene la vittoria non può sfuggire di mano».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Ancona, giù prime reti porto storico Successivo Maceratese, i tifosi replicano alla Tardella: "La promozione non è solo merito tuo"