Il Monticelli cade con la Fermana, vicino l’incubo playout

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 6 marzo 2016 – La Fermana espugna il Del Duca e inguaia il Monticelli. I canarini, con l’esordio in panchina dell’ascolano Flavio Destro, battono la matricola di Stallone e sognano i playoff. Il Monticelli, invece, mantiene un punto di distacco dai playout, ma la strada per la salvezza è più che mai in salita.

La Fermana deve rinunciare agli infortunati Omiccioli e Passalacqua, mentre in attacco Destro punta sul tandem composto da Molinari e Cremona. A centrocampo gioca Misin dal primo minuto, con Degano in panchina. Chance dall’inizio anche per Urbinati. Per il Monticelli, invece, Stallone deve fare a meno di Margarita, squalificato per tre giornate, e punta ancora su Filiaggi. In mezzo, poi, Matinata viene preferito all’ex Traini. In difesa, Monaco non recupera e gioca Canali sulla corsia di sinistra.

Il Monticelli parte subito forte e al 3’ sfiora il vantaggio con un tiro dal limite di Filiaggi che fa la barba al palo. La Fermana si scuote e reagisce al 13’, con un destro di Molinari che Mecca non riesca a bloccare, deviandolo in corner.

Quattro minuti più tardi, però, i canarini passano con un bolide da trenta metri di Urbinati che Mecca battezza fuori ma che si infila all’incrocio. Al 27’ il Monticelli reclama per un possibile rigore, con Filiaggi toccato duro in area da Comotto, ma l’arbitro lascia sorvolare.

Al 39’ la terna arbitrale si erge a protagonista, con l’arbitro che su segnalazione dell’assistente ferma il gioco ed espelle Petrucci forse per qualche parola di troppo che in realtà non è stata percepita da nessun altro. Un minuto più tardi Seme avrebbe l’occasione del raddoppio, ma il suo tiro da buona posizione centra la traversa.

Nella ripresa, la Fermana entra in campo determinata e vogliosa di chiudere subito i conti. Al 3’, però, Canali è super e prima salva sulla linea sul diagonale di Molinari, poi si oppone miracolosamente anche sul tap-in di Cremona. Il Monticelli ce la mette tutta ma la montagna è troppo alta da scalare e al 23’ arriva il raddoppio ospite proprio con Cremona, con un tiro da fuori area che batte Mecca sul secondo palo. Destro manda in campo anche Pero Nullo, che al 30’ cala il tris con un destro imparabile.

Matteo Porfiri

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Il 'Barbiere di Siviglia' a Fano Successivo San Benedetto, malore fatale: anziana si accascia sul marciapiede e muore