Il piano del traffico fa litigare gli assessori (e anche i comitati di quartiere che non sono stati convocati)

E’ bello sapere che si organizza una riunione basata sul traffico del centro storico e non si convocano nemmeno i comitati di circoscrizione cittadini, borgo, piano, cervara e pisana. Il Comune prima li crea questi comitati poi, in riunioni importanti come quella di ieri nemmeno li convoca. E non solo, preferisce altri comitati non creati con elezioni pubbliche. Le problematiche di questa città sono vari, molti sono stati elencati anche dai verbali delle riunioni di tutti i comitati (a questo punto penso che nemmeno sono stati letti), si parla di traffico e non si parla che è di moda svaligiare i negozi, rovinare autovetture, garantire una sicurezza più palpabile al cittadino che è il vero leader delle istituzioni, i commercianti non solo quelli del centro storico sono tassati fino all’assurdo e, alcuni resistono e vanno avanti, molti non resistono e chiudono. Ci sono molte cose a Fabriano che dovrebbero essere riviste, e la partecipazione di tutti comitati o associazioni riconosciute come tali, debbano comunque partecipare a riunioni dove si decidono le sorti della città. Dobbiamo toglierci le magliette bianche, rosse e nere e metterci tutti quella della nazionale, solo una squadra vincente ottiene buoni risultati, e in un momento così delicato dove le persone non si fidano molto della politica, si deve dare un segno di unità. Invito tutti i direttivi dei Comitati per una riunione da concordare tutti insieme in modo che si possa discutere su quello che c’è da fare, su quello che è stato fatto, e per sapere se è il caso di compilare una lettera firmata da tutti per sapere se continuare o no il futuro di questi comitati, che vista la mancata convocazione di ieri, penso sia già segnata.

IL PRESIDENTE

CAV.ANDREA POETA

Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO
Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Il Papa rifiuta la croce d'oro e paga il conto dell'albergo Successivo Il Comune taglia i servizi ai disabili