Il pirata della strada è un prete

Il borghigiano autunno

Un sacerdote

Un sacerdote
Ferito un 65enne. Il religioso: «Non mi sono accorto di nulla»

— FABRIANO —IL RESTO DEL CARLINO
AD INVESTIRE il pensionato fabrianese 65enne S.S. finito all’ospedale in prognosi riservata (ma non dovrebbe correre pericolo di vita) sulle prime sembrava fosse stato il classico pirata della strada che tira dritto per evitare guai con la polizia. Poche decine di minuti dopo, però, si è scoperto come l’investitore fosse un sacerdote 84enne residente nella locale Casa del Clero che ha candidamente spiegato a testimoni e inquirenti di non essersi accorto quasi di nulla e di aver continuato per qualche centinaia di metri fino ad una piccola chiesa di periferia dove di lì a poco, come ogni giorno, avrebbe officiato una breve funzione religiosa.
Tutto è accaduto in pochi concitati istanti nel tardo pomeriggio di mercoledì nella rotatoria nei pressi del centro commerciale ‘Il Gentile’ e dell’annessa multisala ‘Movieland’. Lì l’uomo stava attraversando la strada ed è stato colpito lateralmente da una Citroen C3. Il pedone è rimbalzato a terra picchiando diverse parti del corpo sull’asfalto, mentre l’automobilista, che comunque vaggiava a velocità piuttosto moderata, ha tirato dritto. Sùbito sono stati contattati i medici del 118 per le prime cure e il trasferimento del ferito in ospedale, mentre sul posto un testimone hanno riconosciuto la targa dell’auto e tipo e colore del veicolo. Da qui è scattata la ricerca da parte degli agenti della polizia municipale, che, circa un’ora dopo, hanno raggiunto l’anziano nella zona di piazzale Matteotti, di rientro,appunto, dalla funzione religiosa Agli inquirenti il sacerdote ha riferito di non essersi reso conto di aver investito il pedone in quel tratto particolarmente buio . «Ho sentito uno strano rumore — ha riferito il prete ai poliziotti — ma non ho capito a cosa fosse dovuto. A tutto ho pensato fuorché ad un investimento che proprio non ho visto». Gli agenti hanno comunque rinvenuto sulla parte anteriore della vettura un’ammaccatura riconducibile proprio all’incidente.

Alessandro Di Marco

Precedente Non piove più ma l'allerta resta alta Successivo Celebrazioni Merloni, il premier Letta dà forfait