Il ricordo di Tommaso Paolucci a Roma e a Matelica

Tommaso Paolucci

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – Due importanti appuntamenti per ricordare Tommaso Paolucci, cuore pulsante del teatro italiano e marchigiano, a quattro anni dalla sua scomparsa: Bottega Teatro Marche, comune di Matelica, Centro Studi Marche, in collaborazione con Amat e Teatro Sistina, insieme in un viaggio nel segno della grazia, dell’entusiasmo, della passione, della generosità di un vero uomo di teatro.

“Un Arlecchino a Roma” è l’evento che si svolgerà oggi lunedì 8 febbraio alle 19 al Foyer del teatro Sistina di Roma, di cui Paolucci è stato direttore per diversi anni, voluto dal Centro Studi Marche, che nel 2005 premiò Paolucci in Campidoglio come Marchigiano dell’anno.
Saranno l’attrice Paola Giorgi e il fisarmonicista Christian Riganelli (neo direttore del Museo della Fisarmonica di Castelfidardo) ad accompagnare il pubblico verso un incontro con Tommaso, la sua anima giocosa, il suo entusiasmo contagioso, la sua purezza.
L’iniziativa è aperta al pubblico, per informazioni Centro Studi Marche 06.68212591

Una serata particolarmente emozionante sarà quella del 12 febbraio alle ore 21,15 al teatro Piermarini di Matelica dove verrà presentato lo spettacolo, prodotto da Bottega Teatro Marche, “Stampe del Cielo” da Federico Garcia Lorca, con Paola Giorgi e Vojage Trio (Christian Riganelli fisarmonica, Luca Mengoni violino e David Padella contrabbasso). “Stampe del cielo” è un viaggio attraverso la poesia del grande autore spagnolo: una poesia mai paga di se, che trae nutrimento dal contatto con la realtà, dai suoi contrasti più violenti, tra tutti quello tra amore e morte. Un percorso che unisce il ritmo della parola a quello della musica, eseguita dal vivo, restituendo al pubblico un’alternanza di sensazioni, un’esperienza struggente e malinconica, vitale ed allegra, come la stessa poesia di Lorca. Per informazioni su questo evento rivolgersi all’Amat 071.2072439.

Accanto a Bottega Teatro Marche, l’anima di queste iniziative è il maestro Cinzia Pennesi, assessore alla Cultura di Matelica e componente del Centro Studi Marche. “Attraverso la parola del cuore, la Bottega Teatro Marche riprende la sua magica luce nella memoria di un pulsante cuore teatrale, quello di un caro figlio di Matelica, Tommaso Paolucci di cui ne ricordo non solo la bravura e professionalità, ma anche affidabilita e grazia. – afferma Cinzia Pennesi – Siamo onorati di avere sul palco del Piermarini Stampe del cielo donatoci da un’attrice come Paola Giorgi che ringraziamo per aver reso possibile l’ospitalità dello spettacolo che l’amministrazione comunale ha voluto inserire nella programmazione della stagione: così Paola, sua compagna di vita e palcoscenico, ci condurrà per mano, camminando tra i versi di Lorca, tra le cose che lei e Tommaso amavano come la vita”.

Notizia riferita da Cronache Maceratesi

Precedente Aerdorica, deliberato aumento capitale Successivo Marche, scossa di terremoto L'epicentro registrato sui Sibillini