Il sindaco di San Giorgio: "Tari dimezzata a chi si impegna per la comunità"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

San Giorgio di Pesaro (Pesaro e Urbino), 4 febbraio 2015 – E’ un’iniziativa davvero originale e molto interessante quella lanciata dal primo cittadino di San Giorgio di Pesaro, Antonio Sebastianelli, che ha pure coniato uno slogan destinato a catturare immediatamente l’attenzione dei suoi compaesani: “Tu t’impegni, noi dimezziamo le tasse”.

Sindaco, ma davvero taglia le tasse del 50%?
“Si. I nostri cittadini avranno la possibilità di pagare la metà esatta della tassa sui rifiuti, la cosiddetta Tari”.

Come funziona la cosa?
“Lo sconto è previsto per tutti i contribuenti, persone fisiche e associazioni, che impiegheranno un po’ di tempo per svolgere lavori o servizi a favore della comunità”.

Ci spieghi meglio, che lavori e servizi sono?
“Il ventaglio è molto ampio, si può trattare della pulizia delle strade, delle piazze o degli immobili comunali, della manutenzione del verde pubblico, di servizi di supporto alle attività di doposcuola, di garantire l’apertura del museo civico e di altre strutture pubbliche e così via. La gamma completa è indicata in un apposito regolamento che abbiamo già approvato all’unanimità in consiglio comunale”.

Dunque, è tutto pronto; si parte?
“Assolutamente si. Il dimezzamento riguarderà la Tari 2015 e siamo già operativi per accogliere le domande dei soggetti interessati”.

A chi è venuta l’idea?
“Al sottoscritto, leggendo attentamente l’ormai famoso decreto ‘sblocca Italia’, che all’articolo 24 consente ai comuni di introdurre esenzioni o riduzioni sui tributi a favore di chi mette a disposizione tempo e lavoro per la comunità. I miei colleghi di giunta Luciano Barbetta e Maria Silvia Bonci si sono detti subito d’accordo e dopo di loro hanno dato l’assenso anche tutti i consiglieri”.

Facciamo un po’ di conti; quanto può risparmiare una famiglia media in cui uno dei componenti presterà ‘servizio’ per la comunità?
“Un nucleo di 4 persone con una casa di 80, 100 metri quadrati, anziché pagare all’incirca 300 euro ne tirerà fuori solo 150. Di questi tempi non è una differenza trascurabile e, comunque, a noi preme anche un altro aspetto”.

Quale?
“L’iniziativa rappresenta un modo per sensibilizzare la collettività alla cura e alla salvaguardia del decoro del nostro paese; per accendere il senso civico di ognuno”.

Per aderire ci ha detto che serve una domanda…
“Si. Da oggi affiggeremo manifestini in tutti i locali pubblici di San Giorgio in cui sarà specificato che gli interessati dovranno formulare un’istanza entro il prossimo 20 febbraio utilizzando degli apposito moduli ritirabili in municipio o scaricabili dal nostro sito web. Possono farlo tutti i residenti del comune, maggiorenni e in regola con i pagamenti dei tributi. Impegniamoci e risparmiamo”. Sandro Franceschetti



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Anziana trovata seminuda nella casa gelida senza acqua, luce e gas Successivo Fabriano - Indesit, cassa integrazione anche a Melano