Imprenditore vittima di estorsione: arresti durante la consegna di una mazzetta

Ad ogni ora del giorno e della notte riceveva richieste di denaro: si era rivolto ai carabinieri. In manette un 39enne e il suo guardaspalle di 61 anni

Banconote (foto Crocchioni)

Banconote (foto Crocchioni)

Ancona, 27 marzo 2013 – l carabinieri del nucleo operativo e radiomobile ahanno arrestato un cittadino romano C.G. 39enne e il suo guardaspalle D.M., 61 anni, per il reato di estorsione. La vicenda ha coinvolto un imprenditore anconetano il quale in passato aveva avuto rapporti di lavoro con il suo aguzzino.Tali rapporti si erano già definitivamente conclusi ormai da diversi mesi. A quel punto sono iniziati i problemi per l’imprenditore il quale riceveva quotidianamente ad ogni ora del giorno e della notte richieste di denaro dietro minacce dirette a lui e alla sua famiglia. Minacce che si sono concretizzate quando un paio di mesi fa il romano si era presentato negli uffici dell’imprenditore con altre due persone spaventando le collaboratrici e reiterando con atteggiamenti sempre piu’ espliciti, le sue richieste estorsive. A questo punto l’imprenditore si è rivolto ai carabinieri che hanno iniziato un’attivita’ info-investigativa. Le minacce sono proseguite costantemente durante tutte queste settimane fino a quando l’imprenditore impaurito ed esausto dalle continue minacce, ha deciso di cedere alle richieste di denaro accordandogli un incontro avvenuto nella giornata di ieri. I militari informati hanno predisposto un servizio per cogliere in flagranza di reato il soggetto. Quando l’estorsore si è presentato di nuovo negli uffici dell’imprenditore per riscuotere una mazzetta da 8mila euro in contanti, presi i soldi sono intervenuti i carabinieri che hanno fermato l’estorsore con ancora la busta contenente il denaro in mano, e il suo guardaspalle.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Trielina per strada, allarme tossico al casello di Ancona Nord Successivo A. Merloni, governo subito poi il voto