In manette padre e figlio: erano ‘specializzati’ nella truffa dello specchietto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 7 agosto 2015 – Erano i maghi dello specchietto: i Carabinieri hanno arrestato per tentata truffa padre e figlio, rispettivamente di 38 e 20 anni, originari di Noto (Siracusa). Il ‘metodo’ utilizzato dai due era sempre lo stesso: «Mi hai rotto lo specchietto dell’auto, devi ripagarmi», dicevano alle malcapitate vittime. I due avevano agganciato un anziano automobilista facendogli intendere che l’uomo aveva urtato lo specchietto retrovisore della loro vettura. Dopo averlo rincorso e bloccato, gli hanno chiesto 150 euro di risarcimento.

L’anziano ha creduto a tutto, dicendosi dispiaciuto di non poter pagare per mancanza di contanti in tasca. «Ma vado a casa a prendere i soldi», ha detto. I due truffatori l’hanno seguito, e all’altezza di Borgo Santa Maria la loro auto, una Lancia Y grigia già nota, è stata intercettata dai Carabinieri. Padre e figlio sono stati fermati per un controllo mentre l’anziano arrivava con il denaro: di qui il doppio arresto in flagrante. In auto i due uomini avevano anche un coltello. Dopo la convalida dell’arresto i due sono stati rimessi in libertà in attesa del processo. Nei loro confronti è stato chiesto un foglio di via che li tenga lontani da Pesaro per tre anni: quello precedente era appena scaduto.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Il Borghigiano - Oggi è il compleanno di?..... Successivo Folignano, riaperta la strada che conduce a Piane di Morro