In retro a tutta birra contro la vetrina: spaccata in tabaccheria per pochi spiccioli

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Montegranaro (Fermo), 13 settembre 2013 – La tecnica è stata la solita: con l’auto in retromarcia a tutta velocità per poter sfondare la vetrina dell’attività commerciale presa di mira e avere strada libera per mettere a segno il furto. Così hanno agito anche i ladri che l’altra notte (o meglio quasi all’alba, visto che erano circa le 4 del mattino) hanno fatto ‘visita’ alla tabaccheria ‘Lotto, fumo e… altro‘ di Giuseppe Foresi, in via Elpidiense Sud.

Un affondo violento alla vetrina e la porta della tabaccheria è andata in frantumi, le ante sono state del tutto scardinate: l’accesso al negozio era fatto. I malviventi sono entrati, hanno rovistato nel cassetto del registratore di cassa, trovandoci un paio di centinaia di euro e, già che c’erano, hanno portato via qualche stecca di sigarette, dopodiché sono scappati a bordo dell’auto che, quasi sicuramente, era stata rubata.

Un’azione durata pochi minuti visto che, una volta sfondata la porta, è entrato in funzione l’allarme che, insieme al boato dell’impatto contro l’ingresso, ha attirato l’attenzione dei residenti e richiamato sul posto il titolare nonché i carabinieri della locale stazione. La scena che gli si è parata dinanzi agli occhi è quelle purtroppo, già viste in parecchi altri casi, avvenuti con una certa frequenza sia a Montegranaro, sia nei Comuni limitrofi, tanto da indurre gli inquirenti a pensare che si tratti sempre della solita banda.

Per il titolare della tabaccheria, adesso, si tratterà di far fornte ai danni subìti alla porta (per svariate migliaia di euro). Ieri, la tabaccheria era regolarmente operativa e, vedendo che non c’erano più porta né ante, era tanta la curiosità e lo sconcerto dei clienti, soprattutto tenendo conto che il negozio si trova in un punto sempre molto transitato. Pochissime le informazioni sulle quali possono contare gli inquirenti per riuscire a risalire ai responsabili del furto; né possono contare su quelle che potranno fornire i colleghi della vicina Monte San Giusto, dove, nella stessa notte, è stata tentata una spaccata ai danni di un negozio di Villa San Filippo.



Precedente Bambini in festa per Pompieropoli Successivo Roma è sempre dietro, la Vuelle conquista il torneo di Viadana