Incendi boschivi, la Regione taglia i fondi ai vigili del fuoco

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli-Piceno, 18 luglio 2015 – Oggi sarebbe dovuta iniziare la campagna Aib (Anti incendio boschivo) che con il contributo della Regione incentiva il servizio di rinforzo dei vigili del fuoco, paga l’addestramento dei volontari e il costo dell’elicottero. Una cifra che negli ultimi anni è stata di 450 mila euro, ora ridotta a 390 mila, oggetto di un intervento dei sindacati. Ieri, intanto, a poche ore dal via del servizio, per la verità già in ritardo stando alle temperature torride di questi giorni, è arrivato lo stop perché nel documento, già discusso e approvato dagli organi competenti, manca una firma.

La campagna, che ha una durata di 34 giorni, è stata quindi rinviata a data da destinarsi, con i rischi che ne possono derivare. Duri i sindacati di categoria: Fp Cgil (Renato Ripanti), Fns Cisl (William Berrè), Uil Pa che in una nota affermano: «La politica cambia veste ma non il vizio. A un giorno dall’inizio della convenzione per il servizio boschivo che la Regione stipula annualmente con i vigili del fuoco, in maniera sconsiderata e imprevista si gioca al ribasso tagliando i fondi necessari per tale servizio. Questo mentre la stessa Regione dirama un comunicato di allerta su tutto il territorio per possibili incendi di bosco viste le straordinarie condizioni meteo presenti. Cgil, Cisl e Uil condannano tale comportamento e comunicano che i vigili del fuoco non saranno responsabili di possibili disastri, poiché la legge attribuisce alle Regioni la responsabilità sulla tutela boschiva compresi gli incendi».

 

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano- Successivo La viabilità nelle Marche in tempo reale -A cura di CCISS-