Incendio all’Italpannelli, Latini: "Ripartiremo dalle ceneri del rogo"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 30 marzo 2016 – Filippo Latini è uno dei fondatori dell’Italpannelli. Uno dei soci che con forza e tenacia ha porta avanti questa azienda che nel corso degli anni ha dato lavoro e speranze a tanti dipendenti (tanto che ora ne conta 180) e alle loro famiglie. Latini non si abbatte, nonostante l’incendio devastante che ha distruttuo il 30 per cento dello stabilimento: questo martedì nero non cambierà il futuro della ditta.

Non si scoraggia, e da subito annuncia che i soci già da domani ripartiranno con lo stesso entusiasmo e la stessa forza che li hanno sempre caratterizzati: «I danni sono ingenti – dice Latini –, l’incendio ha interessato 30mila metri quadri di azienda, ma non ci abbatteremo, presto ricominceremo a lavorare, sono convinto che riusciremo a ripartire subito, abbiamo la determinazione giusta. Non ci lasceremo abbattere. Abbiamo la responsabilità di 180 lavoratori, il fuoco non avrà la meglio».

Sulle cause dell’incendio Latini mantiene il massimo riserbo, preferisce non entrare nel merito. «Non abbiamo ancora il quadro preciso di come sono andate le cose – dichiara – quindi attendiamo fiduciosi che si faccia chiarezza». Poi si congeda, perché aggiunge: «Siamo riuniti in un summit con le autorità, stiamo valutando il da farsi». Ma lui la decisione l’ha già presa: ripartire il più presto possibile.

m. g. l.

 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Furti, è corsa all’autodifesa. Boom di soci al poligono di tiro Successivo Mobili, patto per rilanciare il settore