Incendio con fuga, ma è una simulazione

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 14 aprile 2015 – Allarme incendio, evacuate le aule di viale Trieste: esercitazione a sorpresa per i futuri infermieri. La simulazione ha coinvolto circa 65 studenti, i docenti e il personale della sede amministrativa degli Ospedali Riuniti Marche Nord.

Erano circa le 13, ieri mattina, quando uno scoppio ha acceso un piccolo fuoco e alcuni locali sono stati invasi dal fumo. Niente paura, si è trattato di una simulazione che ha colto di sorpresa le matricole del corso di laurea in Infermieristica della Politecnica delle Marche impegnati ieri mattina a seguire le lezioni in programma nelle aule di studio presenti nella sede amministrativa degli Ospedali Riuniti Marche Nord, in viale Trieste 391.

«Circa 65 studenti, ignari che si trattasse di una innocua esercitazione – afferma una nota dell’azienda ospedaliera Marche Nord – hanno abbandonato le aule e si sono riversati in strada, alcuni sul marciapiede di viale Trieste, altri nell’area esterna al palazzo, lato viale Trento. Il fumo, causato ovviamente da una macchina speciale, ha reso la simulazione verosimile».

L’esercitazione, attività prevista dalla normativa inerente la sicurezza nei luoghi di lavoro e coordinata dal servizio Protezione e Prevenzione e dalla Formazione, è stata documentata attraverso foto e filmati proprio per verificare la corretta applicazione delle procedure pianificate dal Piano di emergenza. «La simulazione ha messo alla prova – conclude la nota –, con il massimo realismo,- il personale della sede amministrativa degli Ospedali Riuniti Marche Nord, ovviamente gli studenti impegnati nelle lezioni, e la squadra di emergenza, composta proprio da alcuni dipendenti, che ha spento velocemente il piccolo incendio con gli estintori».

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Porto Recanati, si finge squillo per far rapinare un uomo sposato Successivo Trecastelli, precipita da una scaletta mentre lavora, operaio gravissimo